I racconti del Mandala

Carrara. Al Teatro Garibaldi l’11 dicembre alle ore 21:00 avrà luogo uno spettacolo interattivo, a cura del compositore elettronico Mauro Lupone, dove una partitura avvolgente di racconti, suoni, gesti e immagini video compone un mandala virtuale. Il corpo-voce della performer Francesca Della Monica attiva un flusso di immagini e suoni in trasformazione che seguono la iperdrammaturgia labirintica scritta da Andrea Balzola: un abito tecnologico dotato di sensori (datasuit) costituirà il centro di generazione delle azioni audiovisuali digitali, create su una partitura sonora interattiva allestita dallo stesso Lupone, nella quale si innestano le elaborazioni video di Theo Eshetu (con Samuele Malfatti). Un tecnospettacolo in cui i segni digitali del linguaggio intermediale si compongono in libere riorganizzazioni e sconfinamenti, in creatività consapevoli mediate dall’uso del corpo-voce del performer, in una dimensione della coscienza intermedia tra veglia e sogno, tra ragione e immaginazione, tra parola e vocalità.

Il racconto rielabora in forma ipertestuale e con un linguaggio mitologico i grandi temi del rapporto con il tempo e il mondo tecnologico, della ricerca interiore, della generazione e della morte, mediante personaggi e storie contemporanee, intrecciati da profonde connessioni simboliche. Un’ immersione totale nel mandala (termine sanscrito che significa cerchio sacro o magico, di cui Jung ha rivelato l’importanza archetipica nel processo di consapevolezza ed evoluzione spirituale), un mandala interattivo composto da partitura di racconti, suoni, gesti e immagini video che il perfomer gestisce come soggetto generatore di processi simbolici e di iconismo linguistico, esploratore di dinamiche profonde.

Un’azione che esprime una volontà che muove dall’interno verso l’esterno, e viceversa, in analogia ai meccanismi stessi della percezione che ricerca e agisce per selezione all’interno dell’informazione totale fornita dall’esperienza, alla ricerca del proprio centro di interesse (ogni mandala conduce a un centro). L’azione del perfomer diventa così il vero centro motore del sistema di rappresentazione dell’universo simbolico da cui nasce il processo di “consapevolezza” prodotto dall’esperienza mandalica.

www.xlabfactory.org
sede: La Spezia, scalinata San Giorgio 1
Info e Prenotazioni: Anna Monteverdi
+39 328 5416581 anna.monteverdi@gmail.com