Devastazione sentiero 140

Homepage Forum Alpi Apuane Salvaguardia ambientale Devastazione sentiero 140

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 32 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6830
    Marco Lapi
    Partecipante

    Dopo il topic sull’incendio, tanto per restare allegri :angry: , ecco quest’altro relativo allo scempio del sentiero 140 (o meglio la variante che avrebbe dovuto essere indicata con il 140A, peraltro anch’essa coinvolta dall’altro incendio scoppiato sul Monte di Ripa), segnalato a Fiorenzo e a me dall’amico Stefano Pucci del Gruppo Speleo Valfreddana, che ha contribuito alla denuncia consegnando filmati realizzati in quel punto prima del danno e foto inerenti le incisioni rupestri che si trovavano l?.
    Pubblico qui sotto foto del documento approntato dalla sezione Cai del Forte, che Stefano mi ha fatto avere, con relativa lettera di accompagnamento per le associazioni interessate. A quanto mi ha detto oggi stesso, il documento dovrebbe essere gi? stato approvato e inviato ai due sindaci nella giornata di ieri.

    Che ne dite? Qualcuno ? stato da quelle parti di recente?

    Marco

    #6871
    Marco Lapi
    Partecipante

    Su segnalazione di Stefano Pucci, riporto l’elenco completo dei gruppi partecipanti all?iniziativa. Inserisco anche una foto dell?incisione rupestre interessata: secondo quanto scrive Stefano ? medioevale, molto grande, una delle pi? belle presenti in Apuane.

    Istituto Storico Lucchese sez Versilia Storica; CAI Forte dei Marmi; CAI Pietrasanta; U.O.E.I. Ripa di Versilia; U.O.E.I. Pietrasanta; Pro Loco Seravezza; Gruppo Trekking Libertas Rosignano S.; Gruppo Mineralogico Paleontologico Versiliese; Amici Delle Apuane – Montignoso; G.S.A.V.F. Gruppo Speleo Alpinistico Val Freddana.

    Marco

    #6875
    Anonimo
    Ospite

    ciao Marco, sono stato da quelle parti l’ultima volta nel febbraio 2007.
    Effettivamente la strada di cui parli ? ben visibile dalla costa come una enorme Z…la strada in questione ? sempre stata visibile, ma effettivamente negli ultimi tempi sembrava ancora pi? accentuata.

    Quella allegata ? una foto del 2007, momento in cui non erano iniziati ancora i lavoro di cui parli.
    Avete fatto bene a segnalare la cosa a chi di dovere.

    nicola

    #6876
    Anonimo
    Ospite

    altra immagine

    #6878
    Marco Lapi
    Partecipante

    Riguardo alla segnalazione io non c’entro nulla, Nicola. Mi sono limitato a riportare le segnalazioni ricevute. L’iniziativa ? del CAI del Forte (io a proposito, da quest’anno, sono passato da Firenze a Pietrasanta, a far compagnia a Guido… e non solo!). Certo, mi dispiace che la denuncia sia arrivata a "buoi scappati", come si suol dire. Io stesso sono passato da quelle parti, se non erro, neppure un annetto fa e non mi sono reso ben conto della situazione. Penso che torner? anche l? a dare un’occhiata. ;)
    Quanto alla maggior visibilit?, non so se possa dipendere dall’incendio che purtroppo ha colpito anche quella zona (come se non bastasse la strada…) :angry:

    Marco

    #6903
    Marco Lapi
    Partecipante

    Guido mi ha passato l’ampia documentazione fotografica che ha ricevuto, ho scelto diverse foto che inserir? un po’ per volta: tanto materiale, anche troppo, per "Le Apuane che non vogliamo", caro Roberto… :(

    Cominciamo con la panoramica dalla piana, l’attrezzo infernale con cui sono stati fatti i lavori, il cartello degli stessi (fatti in fretta e furia, sar? bene capire da chi, forse senza nessun controllo) e l’inizio dalla Casina Rossa…

    #6904
    Marco Lapi
    Partecipante

    #6905
    Marco Lapi
    Partecipante

    #6906
    Marco Lapi
    Partecipante

    #6926
    Anonimo
    Ospite

    Marco di AS scritto:

    tanto materiale, anche troppo, per "Le Apuane che non vogliamo"

    NEl cartello si legge "sostituzione di condotta idrica". Se quella vecchia passava da un’altra parte ed ? stato utilizzato il tracciato del 140 per far passare quella nuova si tratta di un reato ambientale ancor pi? grave.

    Tra gli incendi, quelli che spittano il pal?o, la ghenga degli appalti e quella dei CACO3, le Apuane subiscono un’aggressione continua. Ci sarebbe un ente e funzionari che dovrebbero vigilare, tutelare e denunciare, c’? qualcuno che sa che cosa stanno facendo costoro?

    Questo ente dovrebbe essere in prima fila nel denunciare i responsabili (chi ha commissionato e chi ha eseguito il lavoro). Dalla sede di Seravezza (che si trova a un tiro di schioppo dal luogo del misfatto) qualcuno ? andato a dare un’occhiata o ha fatto sentire la sua voce ? o forse siamo fuori dell’area del Parco?

    #6927
    Anonimo
    Ospite

    L’ennesima conferma che:

    1) l’Ente esiste solo sulla carta e promuove solo iniziative " culturali ";

    2) agli abitanti dell’italico paese, dell’ambiente, importa un fico secco.

    #6939
    Marco Lapi
    Partecipante

    Prima di postare altre foto (tanto per non far dimenticare troppo presto lo scempio) non posso che darvi ragione, precisando per? che questa zona dovrebbe rientrare al massimo nell’area contigua e non nell’area Parco vera e propria, comunque verificher?.
    Nel nuovo cospicuo invio di foto da parte di Guido c’? anche il cartello dei lavori in versione integrale, vado a inserirlo subito.
    Comunque resto dell’avviso che, avvicinandosi le elezioni regionali, ? bene trovare il modo di far sentire la nostra voce (ovvero, martellare assessori uscenti e candidati) sulla questione cave e Parco. Che ne dite di un incontro del Forum su questo tema prima di Natale? Ne potremo parlare anche con le sezioni CAI Apuane in occasione del prossimo incontro, fissato da Guido per fine ottobre.

    Marco

    #6940
    Marco Lapi
    Partecipante

    #6941
    Marco Lapi
    Partecipante

    C’? anche il cellulare del direttore del cantiere, che poi ? anche il titolare dell’impresa (con sede a Camaiore!); magari qualcuno potrebbe fargli uno squillo… :evil:

    #6942
    Marco Lapi
    Partecipante

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 32 totali)
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.