I misteri della Pizza

Homepage Forum Alpi Apuane I misteri della Pizza

Tag: 

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Gabriele 1 mese fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #51171

    Gabriele
    Partecipante

    Il rilievo della Pizza spicca decisamente salendo in auto da Carrara verso Campocecina: appena superato il borgo di Gragnana, ecco che il suo bel profilo si offre alla vista con alcuni splendidi scorci.

    Sul web questa montagna minore non gode di grande fama. Non si trovano descrizioni di itinerari diretti alla vetta, se non un fugace cenno sul sito escursioniapuane.com:

    http://www.escursioniapuane.com/itinerari/lemma.aspx?ID=1100

    “… si sale facilmente dalla Maestà (località sopra Castelpoggio)”…

    Sono poi molto suggestive le parole di un vecchio articolo del “Nuovo Corriere” di Firenze del 06.08.1961, riprodotto sul sito:

    https://castelpoggio.typepad.com/il_mio_weblog/turismo

    “… Dalla Maestà partono diversi sentieri verso lunghe distese di prati che salgono fino alla sommità del Monte Pizza (circa 1000 metri sul mare) da cui si gode il più ampio, più esteso, più vario, più raro e più caratteristico panorama. In un unico giro di orizzonte si abbraccia con l’occhio tutta la costa e la pianura da oltre Livorno a oltre La Spezia; tutte le valli coronate dalla cerchia dell’Appennino tosco-emiliano dalle Alpi Liguri, al Cornoviglio, alla Cisa, al Sagro e all’Altissimo; e infine tutto l’incanto delle Alpi Apuane frastagliate dalle sue punte più acute ai ravaneti delle cave. Lo spettacolo del panorama immenso assume i colori più vari dall’azzurro del mare e del cielo, dal verde delle selve e dei prati, dal bianco dei marmi e dal viola scuro delle rupi e delle grotte. Assurge quello spettacolo a poesia indescrivibile quando sull’ora del mezzogiorno contemporaneamente si può udire il suono delle campane da Carrara, da Gragnana, da Castelpoggio, da Ortonovo, da Fontia, da Fosdinovo, da Marciaso, da Tendola, da Pulica, da Posterla, da Ceserano ecc. Bisogna averlo provato quello spettacolo per poterlo gustare e capire… ”

    Incuriosito da questo quadro idilliaco, il 13 ottobre 2018 mi sono recato a Castelpoggio e di qui con il sentiero 47 alla Maestà, con l’intenzione di salire alla vetta. Superate le case più in alto, una traccia conduce presso un traliccio Enel e poi prosegue un po’ inerbita nel bosco, fino a perdersi del tutto alla base del pendio sommitale (che rimane sulla destra). Si risale il pendio in questione e si raggiunge in breve la vetta (circa 30 min dalle case): qui è presente uno strano obelisco (FOTO) parzialmente crollato, alto circa 3 metri, sul quale è incisa a mezza altezza la scritta “Lunardelli” (immagini dell’obelisco sono riportate in effetti anche sul sito escursioniapuane.com, vedi link sopra).

    Dei fantastici panorami descritti nel vecchio articolo nessuna traccia: la visuale è quasi completamente ostacolata dagli alberi (solo qualche squarcio verso il mare). Chiedo quindi a chi è più esperto di me:

    1) Quale sarebbe la funzione del suddetto obelisco? E’ un semplice ornamento? Chi e quando lo ha costruito?

    2) Il testo del vecchio articolo fa pensare che, al contrario di oggi, nei decenni passati la sommità della Pizza fosse ben curata, frequentata e mantenuta priva di alberi… Qualcuno può confermare?

    … Grazie!

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.