• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 16 Ott 2018
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Parole chiave
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 12/11/2016 14:17 #27051

  • ziometal73
  • Avatar di ziometal73
  • Offline
  • Escursionista
  • Messaggi: 10
  • Karma: 0
Ciao a tutti, vorrei sapere se qualcuno ha informazioni e, magari l'avesse fatta, la via dello sperone, di Ratti e Martini, aperta nel 1976 sulla muraglia nord del Pizzo d'uccello?. Ha sempre attirato la mia attenzione e, non mi è mai capitata l'occasione di farla. Grazie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 16/11/2016 08:38 #27053

  • alberto
  • Avatar di alberto
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 3968
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 29
Dai Giangranco non ti far pregare.
Raccontaci te qualcosa di questa via, che credo non abbia molte ripetizioni.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 16/11/2016 13:54 #27056

  • ziometal73
  • Avatar di ziometal73
  • Offline
  • Escursionista
  • Messaggi: 10
  • Karma: 0
Le uniche notizie che ho, sono quelli della guida del Nerli. Non sono riuscito a trovare altro. Ho fatto la sua conoscenza e ho un pò frequentato gli alpinisti carrarini, davvero ganzi. Mi è sempre piaciuto l'alpinismo di Claudio.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 17/11/2016 15:15 #27062

  • nonno
  • Avatar di nonno
  • Offline
  • Climber
  • Messaggi: 223
  • Karma: 4
non è affatto facile dare risposte di un periodo lontano e sopratutto ricordare cosa passasse per la testa a quei giovani scalatori apuani che , spronati dai racconti avventurosi di Bonatti , Cassin ecc. ecc.,dopo aver naturalmente affrontato tutte le classiche , si andavano a cimentare in itinerari che solo loro in quel momento vedevano ,è vero che molti di questi itinerari sono venuti a far parte della storia delle nostre Apuane , ma è pur vero che altri itinerari si sono persi per forza di causa maggiore , dimenticati perchè sopraffatti da quelli ( gli itinerari ) meno tribolosi , più sicuri , più chiodati.......beh Ratti è uno di quelli che per la maggiore andava a cercare cose nuove , con la scusa di allenarsi per le Alpi e non ci deve meravigliare che avesse individuato ( chissà come ) un percorso su quello sperone . non ricordo se il povero Martini a quel tempo sapesse a cosa andava incontro ma probabilmente no....comunque di codesta via c'è solo da immaginare cosa e in che ambiente ci si può trovare , a ricordo mio e di altri compreso lo storico Marchetti , non ha alcuna ripetizione forse neppure chiodi e forse anche la roccia non è delle migliori . detto ciò un giorno mentre percorrevo il sentiero zaccagna mi ricordai di questa salita e cercai d'individuare l'attacco.....chiaramente senza successo....osate e sarete simili a Dio....
gianfranco
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 17/11/2016 15:32 #27063

  • alberto
  • Avatar di alberto
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 3968
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 29
nonno ha scritto:
non è affatto facile dare risposte di un periodo lontano e sopratutto ricordare cosa passasse per la testa a quei giovani scalatori apuani che , spronati dai racconti avventurosi di Bonatti , Cassin ecc. ecc.,dopo aver naturalmente affrontato tutte le classiche , si andavano a cimentare in itinerari che solo loro in quel momento vedevano ,è vero che molti di questi itinerari sono venuti a far parte della storia delle nostre Apuane , ma è pur vero che altri itinerari si sono persi per forza di causa maggiore , dimenticati perchè sopraffatti da quelli ( gli itinerari ) meno tribolosi , più sicuri , più chiodati.......beh Ratti è uno di quelli che per la maggiore andava a cercare cose nuove , con la scusa di allenarsi per le Alpi e non ci deve meravigliare che avesse individuato ( chissà come ) un percorso su quello sperone . non ricordo se il povero Martini a quel tempo sapesse a cosa andava incontro ma probabilmente no....comunque di codesta via c'è solo da immaginare cosa e in che ambiente ci si può trovare , a ricordo mio e di altri compreso lo storico Marchetti , non ha alcuna ripetizione forse neppure chiodi e forse anche la roccia non è delle migliori . detto ciò un giorno mentre percorrevo il sentiero zaccagna mi ricordai di questa salita e cercai d'individuare l'attacco.....chiaramente senza successo....osate e sarete simili a Dio....

Gianfrà...ci sono occhi per guardare e occhi per vedere.
Claudio possedeva i secondi.

Penso che anche Clauidio non sapesse a cosa andava inconto. Ma aveva il gusto della scoperta, dell'avventura.
Quindi via verso nuove avventure....

Ho pensato diverse volte di andare a vedere questa via. Poi mica si può fare tutto. Però chissà.... :whistle:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 18/11/2016 14:15 #27067

  • nonno
  • Avatar di nonno
  • Offline
  • Climber
  • Messaggi: 223
  • Karma: 4
ma sai magari poi ne vale anche la pena :lol: la mia impressione personale è che questa via sia stata comunque poco pubblicizzata e sopratutto un po fuori mano anche se questo conta poco si , magari per una via riconosciuta altrimenti uno si rivolge ad altri luoghi :S....lo sai che ci sono vie che rimangono ammuffite li ad aspettare il loro risorgere....ma chissà
gianfranco
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

via dello sperone Ratti Martini nord del Pizzo 18/11/2016 14:56 #27068

  • alberto
  • Avatar di alberto
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 3968
  • Ringraziamenti ricevuti 67
  • Karma: 29
nonno ha scritto:
ma sai magari poi ne vale anche la pena :lol: la mia impressione personale è che questa via sia stata comunque poco pubblicizzata e sopratutto un po fuori mano anche se questo conta poco si , magari per una via riconosciuta altrimenti uno si rivolge ad altri luoghi :S....lo sai che ci sono vie che rimangono ammuffite li ad aspettare il loro risorgere....ma chissà


Si Gianfrà lo so.
Però...a volte ci sono solamente dei preconcetti...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.118 secondi

Sostieni AlpiApuane.com

AlpiApuane.com è un portale che si avvale della collaborazione di volontari ed appassionati; non beneficia di contributi pubblici di nessun genere e viene gestito ed aggiornato esclusivamente con risorse private.