• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 17 Feb 2018
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Parole chiave
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: Via ghiaccio ad ogni costo

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 14:15 #27309

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1235
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 5
eri,con Davide e Giordano abbiamo fatto una piccola impresa in quel del lago Baccio; lo scorso week end avevamo adocchiato una linea piuttosto ardita che risultava ancora " vegine " così domenica ci siamo lanciati su per quelle orride quinte rocciose.
Il rigelo notturno degli ultimi giorni ha consentito la formazione di un discreto ghiaccio di fusione purtroppo rovinato prematuramente dal sole mattutino (l'esposizione è ad est); nonostante questo volevamo salire quella dannata goulotte ad ogni costo.
Questa testardaggine (che spesso si paga a caro prezzo) ci ha fatto infilare in una situazione piuttosto al limite per le nostre possibilità e il merito della riuscita stavolta và interamente a Davide Damato; purtroppo non ho potuto essergli d'aiuto, quei tiri proprio non li avevo, specialmente nelle "braccia"; sul tiro d'uscita mi sembrava di essere in acidosi come su di una cascata dura, per non parlare poi della scarsa proteggibilità (roccia orribile ovunque) e del ghiaccio precario scaldato dal sole; che dire, sono fiero di cotanto allievo che anche sul misto ha abbondantemente superato il maestro; complimenti anche al grande Giò che con pazienza si è sopportato il freddo alle soste (sempre in ombra manco a farlo apposta) e la mia ansia: mentre guardavo davide salire e mettere una protezione dopo quasi 30 (!!) metri di tiro bestemmiavo e pregavo di non arrivare al Vittoria in volo!! un grazie dal cuore anche a mastro Fabrizio Fabbrini, la cui abilità nel lavorare i metalli ci ha regalato degli splendidi "chiodi da terra" che ci hanno salvato la pellaccia; tutti abbiamo fatto tesoro di questa esperienza, soddisfatti (tanto) ma anche riflessivi sui rischi vissuti,sulle emozioni provate,sul senso di amicizia e fratellanza che si prova ad essere "tutti sulla stessa barca" in un mare in tempesta; eh si, perchè la tempesta la puoi trovare non solo sulla nord del Cervino ma anche in tre fottutissimi tiri ad un ora dal rifugio.

RELAZIONE

VIA "GHIACCIO AD OGNI COSTO" (titolo provvisorio, quando sarò riuscito a chiamare i soci vedrò se approvano); BACINO DEL LAGO BACCIO - D.DAMATO,G.CARABELLI,A.BIFFIGNANDI - 26/02/2017

DISLIVELLO: 450 METRI
SVILUPPO: 200 METRI
DIFFICOLTA: TD+/ ED- (ovviamente da confermare e riferita alle condizioni da noi trovate)
ESPOSIZIONE: EST

AVVICINAMENTO: come per il canale sinistro alla grotta rosa; la via è la prima evidente goulotte situata tra questo e la via misto rossi,incassata fra severe quinte rocciose.

L1: Portarsi all'attacco del conoide basale,risalirlo e senza percorso obbligato entrare nell'orrido roccioso che caratterizza la via; mantenere la sinistra e con pendenza crescente raggiungere l'evidente nicchia posta sotto una fascia strapiombante; 100 metri,60°,presente sosta su chiodi con cordino e maillon.

L2: usciti a destra dalla nicchia si sale fino ad incontrare dopo poco un primo breve risalto verticale con ghiaccio delicato; superatolo si prosegue a destra su bella colata per svariati metri poi si piega leggermente a sinistra sino a guadagnare un pulpito alla base di due diedri/golulotte più verticali; qui si può scegliere se salire la goulotte di destra oppure seguire il diedro di misto a sinistra; entrare nel diedro con passo delicato,all'inizio appoggiato poi via via più verticale e stretto sino ad uscire in una caratteristica grotta alla base del tiro finale; 45 metri,75/80°,roccia orribile e scarse possibilità di protezione (quasi indispensabili warthog), sosta interamente da attrezzare nella grotta.

L3: dalla grotta spostarsi due metri a destra e salire il diedro sovrastante con ghiaccio verticale e strapiombante per circa una decina di metri (possibilità di agganci in fessura)poi la pendenza diminuisce e si prosegue per goulotte sino al pendio sommitale; 45/50 metri, 90°, sosta da attrezzare su pendio sommitale, usati due friends e warthog;

NB: tutto il materiale,sia alle soste che lungo i tiri è stato portato via; per una ripetizione portare una bella selezione di chiodi, warthog, due/tre friend medio - piccoli ed un paio di viti corte;

a breve foto..
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 14:20 #27310

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1235
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 5
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 14:21 #27311

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1235
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 5
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 14:51 #27313

  • bonatti
  • Avatar di bonatti
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 3719
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 28
bella.

come mai fatto il diedro roccioso e non seguita tutta la goulotte ?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 15:16 #27314

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1235
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 5
mah, a Davide non dava fiducia..dice che il ghiaccio li era tenuto con lo sputo, sicuramente avrebbe tribolato meno sul ghiaccio, anche perchè poi nel tiro dopo gli è toccato farlo ugualmente e molto più verticale! :laugh: sti giovini..un vogliono mai dar retta! ;)
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 15:22 #27315

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1235
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 5
Albè non riesco a dargli un grado obbiettivo..io cerco sempre di usare la frisoni al grondilice come paragone; se non erro la frisoni è data TD+ con la vecchia scala e riuscii (pur tribolando tanto a farla da solo), qui da primo non passavo manco a pregare per cui per associazione logica ho pensato ad un ED- ..sarà troppo? dalla penultima foto si vede che il ghiaccio era un po' strapiombante, inoltre all'inizio per i piedi bisognava usare tacchette di roccia,il ghiaccio era colato e cotto,ecc.. secondo te, a occhio, potrebbe starci?

giustamente sarebbe più corretto usare una scala moderna ma (mea culpa) non sono capace.. :blush:
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 17:10 #27316

  • bonatti
  • Avatar di bonatti
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 3719
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 28
alebiffi86 ha scritto:
Albè non riesco a dargli un grado obbiettivo..io cerco sempre di usare la frisoni al grondilice come paragone; se non erro la frisoni è data TD+ con la vecchia scala e riuscii (pur tribolando tanto a farla da solo), qui da primo non passavo manco a pregare per cui per associazione logica ho pensato ad un ED- ..sarà troppo? dalla penultima foto si vede che il ghiaccio era un po' strapiombante, inoltre all'inizio per i piedi bisognava usare tacchette di roccia,il ghiaccio era colato e cotto,ecc.. secondo te, a occhio, potrebbe starci?

giustamente sarebbe più corretto usare una scala moderna ma (mea culpa) non sono capace.. :blush:

Ale, non avendola fatta, mi riesce difficile dare una valutazione.
A vedere dove siete saliti, sembra di intuire che la cosa sia difficile.
Nella valutazione complessiva ED- ci stanno tante cose. Non è solo un fatto di puro grado tecnico ma anche di proteggibilità , qualità del ghiaccio, della roccia (misto), avvicinamento, discesa, possibilità di ritirata. Insomma ci sono tanti fattori da considerare nel dare una valutazione complessiva di un itinerario.

Dovreste dare una valutazione più precisa che divide il grado tecnico (indicato con numero arabo) dall' impegno complessivo (indicato con numero romano). Inoltre valutare i passi di misto tipo: M3 , M4, e via così.

Ale, il ghiaccio non strapiomba. Caso mai è la roccia a cui è attaccato che strapiomba. E visto che siete in una nicchia, per uscirne si deve fare un tratto che fa sembrare il ghiaccio strapiombante. Ma in effetti è verticale.
Comunque, pensiero personale, non è tanto la verticalità che fa grado da sola. Quanto, soprattutto la qualità del ghiaccio.
Se il ghiaccio è sicuro e articolato con ondine, conchette, appoggi per i piedi. Anche se verticale, la progressione anche se sulle braccia è facilitata. Chiaramente bisogna avere una buona tecnica di scalata e anche un pò di pompa :laugh:
Diverso invece se è cotto dal sole e stallattitico.

Comunque bravi! state macinando ;) è questo che conta. Il resto son chiacchiere :laugh:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 17:31 #27317

  • bonatti
  • Avatar di bonatti
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 3719
  • Ringraziamenti ricevuti 54
  • Karma: 28
Ale, la deviazione sulla roccia, non rispecchia.... il "Ghiaccio ad ogni costo" ..... :laugh:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 18:51 #27318

  • morefire
  • Avatar di morefire
  • Offline
  • Escursionista
  • Messaggi: 21
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Bravissimi ragazzi, che viaggio!!! Con quelle condizioni poi....
La sosta alla base è opera nostra, è da tempo che tenevamo d'occhio quella linea. Senza dubbio la piu estetica della bastionata. Da lontano sembra dura, da vicino anche. Inoltre si intuiva fin troppo bene che genere di roccia ci fosse. È anche per questo che aspettavamo condizioni veramente buone per un tentativo serio su di lì... complimenti per la realizzazione, siete davvero forti! Spero che torni presto del buon ghiaccio per andare a vedere anche noi!
Marco
_____________________________
www.alpinistidellambrusco.org
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 27/02/2017 18:54 #27319

  • fabrizio
  • Avatar di fabrizio
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 1139
  • Ringraziamenti ricevuti 16
  • Karma: 21
Grazie mille per il "mastro" :laugh: ma quelli veramente in gamba siete stati voi! ;)
Felice di esservi stato di aiuto!
Alberto, sti ragazzi ci hanno preso gusto! :woohoo:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.076 secondi

Sostieni AlpiApuane.com

AlpiApuane.com è un portale che si avvale della collaborazione di volontari ed appassionati; non beneficia di contributi pubblici di nessun genere e viene gestito ed aggiornato esclusivamente con risorse private.

Mailing list

Iscriviti per conoscere subito tutte le novità di questo portale

REGISTRAZIONE