Re:smondinata

Homepage Forum Alpi Apuane Chiacchiere al rifugio smondinata Re:smondinata

#7731
Marco Lapi
Partecipante

Eccomi qui, allora. Ho letto con interesse la vostra discussione e anche quanto scritto da Lugli. Alla smondinata, Tronc, abbiamo parlato un sacco, non solo ?sgranato?, ma la lunghezza della tavolata non ha consentito una discussione condivisa sull?argomento all?ordine del giorno. Una smondinata vera e propria l?avrebbe certamente favorita, ma viste le condizioni meteo quella del pranzo al Citt? di Massa ? stata senza dubbio la soluzione migliore, anche perch? altre occasioni non mancheranno.
Gran parte del mio parere l?ho espresso nell?articolo successivo all?incidente mortale sul Macina, non so se l?avete letto e cosa ne pensate, comunque lo trovate qui.

http://docs.google.com/Doc?docid=0AYo0foWyZ8CAZGhxbXBtc2dfMWR3NHpycWNz&hl=en

A muoverci ? certo il desiderio di libert?, come dice Lugli, o di infinito, come ha scritto don Paolo per il funerale di Stefano Tombelli, ma sono essenzialmente la stessa cosa. La montagna, con la sua bellezza, ci chiama a qualcosa di pi? grande, ma ? la vita stessa in fondo a farlo: ? desiderio di conoscenza, pienezza, appagamento, pace, chiamatelo come volete o tutte queste cose messe assieme, ? quello che spinge Ulisse a varcare le Colonne d?Ercole, ? qualcosa che fa parte della nostra natura umana e che ognuno, se ? sincero con s? stesso, deve in qualche modo ammettere. Poi c?? chi cerca una risposta a questo desiderio nell?alpinismo, chi nell?andare in montagna, chi nell?impegno culturale, chi nella dedizione agli altri, chi nell?arte, chi nella musica e via dicendo.

Da credente dico che ? qualcosa che Dio ci ha messo dentro per cercarlo, ?andando come a tentoni?, come si legge negli Atti degli Apostoli, ma proprio per questo diffido dalle certezze di protezioni divine, che mi sembrano piuttosto posizioni presuntuose, perch? in fondo siamo lasciati alla nostra responsabilit? e, appunto, alla nostra libert?. ? questa che in fondo decide quale sia il limite da non valicare, ma mai e poi mai dobbiamo perdere di vista il fatto che questo limite esiste, che anche questo fa parte della nostra natura e che sfidarlo non ? la stessa cosa che sfidare la montagna. Perch? alla ?lotta contro l?Alpe? non si sostituisca quella contro s? stessi.

Marco