Diedro Ovest – Torre Francesca

Homepage Forum Alpi Apuane Relazioni Diedro Ovest – Torre Francesca

Questo argomento contiene 27 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da alberto alberto 5 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 13 articoli - dal 16 a 28 (di 28 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #27630
    alberto
    alberto
    Partecipante

    [quote=”Lorenzo1″ post=28585]Grazie della risposta tempestiva, molto probabilmente allora quella che abbiamo salito noi al secondo tiro potrebbe essere un’ulteriore variante, noi non abbiamo lasciato mail il diedro e abbiamo salito una verticale fessura impegnativa proteggendola con friend grossi, li non abbiamo trovato nessun segno di passaggio per poi andare a sostare a destra su due vecchie lame artigianali. A quel punto siamo saliti a sinistra per placca puntato al diedro dove abbiamo trovato un chiodo!

    Ma di dove sei tu se posso saperlo?[/quote]

    tiro io ad indovinare…PRATO o giù di lì.

    Brunero e Luca Massei li ho conosciuti.

    Anche gli altri sicuramente li ho conosciuti ma solo per nome non li ricordo. Li dovrei vedere nelle foto.

    Luca Massei è quel ragazzone biondo nella bella foto di Alessandro Gogna sulla Gamma al Procinto.

    #27631

    Enzo
    Partecipante

    Ciao Spazzola,
    ci conosciamo…
    Se tu potessi pubblicare qui sul forum altre salite di pratesi rimaste sconosciute faresti davvero opera meritoria: spesso i pratesi per modestia non pubblicarono nulla, e invece sarebbe bene far tornare alla luce tante belle piccole imprese…
    Tu sai a chi penso: a nostri comuni amici, e in particolare a uno…
    Un caro saluto
    Enzo

    #27632

    Lorenzo
    Partecipante

    tiro io ad indovinare…PRATO o giù di lì.

    Brunero e Luca Massei li ho conosciuti.

    Anche gli altri sicuramente li ho conosciuti ma solo per nome non li ricordo. Li dovrei vedere nelle foto.

    Luca Massei è quel ragazzone biondo nella bella foto di Alessandro Gogna sulla Gamma al Procinto.

    Magari qualcuno di loro sa qualcosa sulla prima salita, il mio compagno rovistando sulle numerose guide in suo possesso è arrivato alla conclusione che la prima salita potrebbe risalire al 1963 per mano di M.Rulli, P. Gaspari e P. Zaccaria visto che nel ’67 erano stati trovati i chiodi.

    Ormai voglio arrivare fino in fondo!!! :evil: :evil: :evil:

    #27633

    Alessandro Corsi
    Partecipante

    Ciao Enzo , è vero quello che dici , se mi viene in mente qualche salita la faccio presente.
    Un. Caro saluto

    #27634

    Lorenzo
    Partecipante

    Da quello che ho capito tu spazzola sulla prima salita non sai nulla giusto? sei solo a conoscenza della ripetizione del 67 di tua mamma?

    Lorenzo

    #27636
    alberto
    alberto
    Partecipante

    eccolo qua Luca Massei nella foto di Alessandro Gogna sulla Gamma al Procinto.

    Altri tempi.

    #27639
    Nico
    Nico
    Partecipante

    Allora, forse c’abbiamo tolto il ragno dal buco!

    La Torre Francesca, se non si fosse ancora capito, è completamente smitragliata di vie diverse di salita.
    Oggi ho notato che sono conosciute principalmente le vie super classiche (Spigolo Dolfi e Maestri) e, diciamo, quelle “più moderne” (varie Piede di Porco, Hasta la vista, Over the top, Baci da Ittiri, ecc ecc); a queste però vanno aggiunte molte altre aperte fra gli anni ’50 e gli anni ’70 che rimangono pubblicate sui vari bollettini dell’epoca o su libri spersi ed introvabili.
    Chissà se molte di queste vecchie vie datate non sono state sormontate negli anni dalle più moderne???

    In questi giorni ho letto e riletto le guide Cai, le pubblicazioni delle sezioni locali, il centenario della sezione fiorentina e vari libri sull’alpinismo locale che ho in casa e sono riuscito a trovare informazioni interessanti:
    Facciamo un resoconto storico:

    La cosiddetta Torre Francesca in realtà è “geograficamente” divisa in due punte separate: “il più alto e meridionale” è nominato Punta Lenzi (la vetta dove è presente pure la targa in ricordo di Ruggero Lenzi defunto sulla Torre Winkler) mentre “la più bassa sulla sinistra” è nominata Campanile Francesca ed è stata salita per la prima volta da Dolfi-Maestri-Melucci lungo il Diedro Ovest (e questa altro non è che la quota terminale sulla sinistra del diedrone della via Maestri).

    21 maggio 1953: R.Lenzi, G.Toderi e P.Melucci compiono la prima salita della punta che prenderà poi il nome del giovane alpinista caduto (lo scarpone 1953 n° 13);
    24 ottobre 1956: G.Dolfi, C.Maestri, P.Melucci salgono il “Diedro Maestri”
    11 novembre 1956: G.Dolfi e A.Gaspari salgolo lo spigolo Nord Ovest (il classico Spigolo Dolfi)
    1961: O.Bastrenta ed E.Guarnieri (lo scarpone 1961 n°11)
    12 maggio 1963: M.Rulli, P.Gaspari e P.Zaccaria salgono una nuova via sulla Punta Lenzi la quale viene ripetuta il 19 maggio 1963 da P.Melucci e L.Marziali con una variante diretta
    1969: S.Bonelli e A.Marchetti (???)
    1974: C.Malcapi e A.Checcucci (???)

    queste sono le vie storiche che ho rinvenuto ma purtroppo risulta molto difficile collocarle sulla parete! una di queste è probabile che sia la via “innominata” ma chissà…

    Approfondendo un po la ricerca, poi, ho tirato fuori un libro di Ottavio Bastrenta “Diari alpinistici” sul quale ho fatto finalmente la scoperta che cercavo! (aaaaaah il potere della buon vecchia carta ingiallita!!)

    [i]30 aprile 1961. Punta Lenzi (Torrioni del Pizzo) – canale camino Ovest con E. Guarnieri
    […] abbiamo salito il canale camino tra il diedro Maestri e la via Lenzi. Attacco a qualche metro a destra del diedro Maestri – due tiri di corda senza particolari difficoltà: alla fine del secondo tiro si supera sulla destra un salto e si perviene ad una cengia erbosa – il canale si trasforma in diedro inclinato: lo si supera sulla sua sponda destra per una fessuretta erbosa (un chiodo), quindi per uno stretto camino e un salto strapiombante che si vince a sinistra si perviene pochi metri sotto lo spigolo NO – con una traversata esposta su roccia cattiva si riguadagna il camino che con bella arrampicata si segue fino al suo termine. 150 m. – 2,30 ore – 3° e 4° grado – 1 chiodo tolto[/i]

    L’itinerario è senza ombra di dubbio questo! la descrizione torna precisamente e noi abbiamo effettuato due varianti: una “alla fine del secondo tiro” dove invece che superare “sulla destra un salto” siamo saliti dritti ed una sul terzo tiro dove invece che seguire il “salto strapiombante che si vince a sinistra”, abbiamo traversato verso destra sotto al tetto; a quel punto non abbiamo effettuato la “traversata esposta su roccia cattiva” in quanto eravamo già, più o meno, sotto al camino successivo.
    Bastrenta ha fatto solo un po di confusione nel collocare la via: ha confuso il diedro Maestri con il diedro dell’Innominata.

    Sarebbe molto interessante reperire informazioni anche sulle altre salite… ho chiesto al buon Guido se possiede i vari “Lo scarpone” dell’epoca e sarebbe bello pure riuscire a parlare con Andrea Marchetti per sapere cosa ha salito di preciso…

    #27640

    Lorenzo
    Partecipante

    Quel posto è una miniera dell’alpinismo apuano…….bravo Nico!!!! Io ero gia’ contento di averla ripetuta per il gusto dell’avventura, se poi uniamo il fatto che possiamo aver salito due varianti e comunque ripetuto una via di Bastrenta dimenticata dal Signore!!! Pero’ se cosi fosse, qualcuno durante una ripetizone ha lasciato qualche chiodo, perchè Bastrenta dice di aver usato un chiodo e tolto, noi sull’ultimo camino abbiamo trovato una vecchia sosta e un paio di chiodi lungo il tiro…..comunque dalla descrizione combacia proprio!

    #27641

    Alessandro Corsi
    Partecipante

    Ironia della sorte lo Scarpone in questione l’ho buttato 10 giorni fa insieme a varie riviste x fare posto.
    L’avevo comprato all’epoca x fare un po’ di chiarezza, ma non ne ricavai molto.

    #27642
    Nico
    Nico
    Partecipante

    :laugh: :laugh: :laugh:

    Sulla rivista “Alpe di Luni” del marzo 1970 ho trovato che la salita dei carrarini Bonelli e Marchetti è stata compiuta sul versante SSE della punta Lenzi… quindi sul lato del canale del Serpente

    #27643

    gabriele
    Partecipante

    Ciao Cima
    tutti i vecchi “Lo Scarpone” sono stati digitalizzati e consultabili online.
    vai a questo indirizzo
    banca dati
    e nella barra di ricerca a sx inserisci ad esempio Lo scarpone : alpinismo, sci, escursionismo (1964:4)
    e trovi lo scarpone n°4 del 1964. Basta modificare anno e numero per trovarne altri.
    Ovviamente sono scansioni e quindi li devi leggere per trovare le notizie che ti servono.
    buona ricerca e lettura

    ecco alcuni esempi:

    1964/4

    1963/10

    1963/9

    #27644
    Nico
    Nico
    Partecipante

    Noooo mi hai aperto un mondo!!! :woohoo: :woohoo: :woohoo: :laugh: :laugh:

    #27645
    alberto
    alberto
    Partecipante

    Chissà se molte di queste vecchie vie datate non sono state sormontate negli anni dalle più moderne???

    vedi situazione Procinto e anche qui mi sa che non sia molto diverso….

Stai vedendo 13 articoli - dal 16 a 28 (di 28 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.