Inverno 2017-2018

Stai visualizzando 15 post - dal 76 a 90 (di 148 totali)
  • Autore
    Post
  • #26785
    Anonimo
    Ospite

    IN attesa di notizie più precise… qui la mia relazione e le foto

    Guglie della Vacchereccia Mixed Version

    #26798
    warthog
    Partecipante

    Domenica saliti al rifugio Rossi, battuto traccia nella neve farinosa dalla focetta fino al canale camino; due di noi hanno salito sì mi sembra forse può darsi alla quota 1750, io e Giovanni probabilmente abbiamo salito Classico è bello. Saliti in vetta siamo poi scesi dall’Amoretti, strapiena. Molta neve fresca ancora non trasformata, ambiente tuttavia grandioso.

    #26808
    ilmoro
    Partecipante

    ciao, solo per informarvi che la strada per arrivare al Piglionico è innevata, praticamente a partire dal parcheggiometro!!…fino alle Rocchette si arriva ( io sono stato ieri ) ma da li in poi non ci sono tracce ( a meno che non sia passato lo spalaneve stamattina ) . Qui con tre macchine il parcheggio è bello pieno.
    Buon week end !!

    #26815
    ilmoro
    Partecipante

    ciao, ieri con gli amici Pietro, Giovanni e Gregorio ( in rigoroso ordine d’età ) siamo stati in Val Serenaia dove ci siamo regalati una discreta giornata di sano alpinismo!
    Macchina parcheggiata nei pressi del rifugio Val Serenaia ( c’erano tracce anche per proseguire ma la neve era abbastanza ghiacciata e in alcuni punti la macchina toccava, abbiamo preferito un avvicinamento più lungo ) e saliti in direzione rifugio Orto di Donna per poi proseguire fino all’attacco della via “ascolta il silenzio”; neve tutto sommato buona durante l’avvicinamento alla via e mooolto buona ( potei anche dire super ) nel tiro chiave che è stato protetto con un paio di viti da ghiaccio convincenti, un tricam ben posizionato ed abbiamo sfruttato i due chiodi già presenti.Uscita con neve discreta e sopratutto una gran bella cornice. Ad attenderci un caldo sole!!!
    Ridiscesi fino a prendere una rampa che abbiamo disarrampicato, ci siamo divisi…io e Pietro, i più “esperti”, abbiamo fatto il Canale Nerli con tre tiri…con il primo si è superata la goulotte con ghiaccio ben formato mentre la neve all’uscita era un pò..”gnorante”, con il secondo si è affrontato il traverso sotto la grotta ed anche qui la neve nel tratto più ripido e dove non c’era possibilità di mettere protezioni era un pò “andante”, il terzo molto più comodo. Giovanni e Greg, i più intrepidi, hanno affrontato e ben superato con due tiri la via “ghiaccio è bello”; anche su questa via le condizioni erano buone( fatto un paio di metri di misto nel boulderino ) ed il grado decisamente superiore alle altre due; nel tiro difficile il ghiaccio era spettacolare e sono state utilizzate come protezioni due viti da ghiaccio e due chiodi di via, non è stata utilizzata la sosta sotto al boulder in quanto ritenuta pericolosa.E’ stato lasciato un chiodo su un sasso dove poter fare sosta( oltre al chiodo lasciato hanno utilizzato un friend piccolo).Col il secondo tiro ( più “tranquillo” )sono arrivati in cresta.
    Al rientro abbiamo incontrato un gruppo di alpinisti fiorentini ( faccio un nome per tutti..Leonardo Bianchi che si sono cimentati nella “via dei Chiavaresi” al Contrario…hanno fatto delle varianti e ci hanno detto che anche qui le condizioni erano super.
    Grazie per avermi fatto partecipe di questa super giornata di sano alpinismo “apuano” !!!!!
    ( se le recupero, metterò le foto )

    #26816
    alberto
    Partecipante

    “Al rientro abbiamo incontrato un gruppo di alpinisti fiorentini ( faccio un nome per tutti..Leonardo Bianchi che si sono cimentati nella “via dei Chiavaresi” al Contrario…hanno fatto delle varianti e ci hanno detto che anche qui le condizioni erano super.”

    ma perchè…mister Carciofo…va ancora ai monti? ;)

    #26817
    alebiffi86
    Partecipante

    [quote=”ilmoro” post=28051]ciao, ieri con gli amici Pietro, Giovanni e Gregorio ( in rigoroso ordine d’età ) siamo stati in Val Serenaia dove ci siamo regalati una discreta giornata di sano alpinismo!
    Macchina parcheggiata nei pressi del rifugio Val Serenaia ( c’erano tracce anche per proseguire ma la neve era abbastanza ghiacciata e in alcuni punti la macchina toccava, abbiamo preferito un avvicinamento più lungo ) e saliti in direzione rifugio Orto di Donna per poi proseguire fino all’attacco della via “ascolta il silenzio”; neve tutto sommato buona durante l’avvicinamento alla via e mooolto buona ( potei anche dire super ) nel tiro chiave che è stato protetto con un paio di viti da ghiaccio convincenti, un tricam ben posizionato ed abbiamo sfruttato i due chiodi già presenti.Uscita con neve discreta e sopratutto una gran bella cornice. Ad attenderci un caldo sole!!!
    Ridiscesi fino a prendere una rampa che abbiamo disarrampicato, ci siamo divisi…io e Pietro, i più “esperti”, abbiamo fatto il Canale Nerli con tre tiri…con il primo si è superata la goulotte con ghiaccio ben formato mentre la neve all’uscita era un pò..”gnorante”, con il secondo si è affrontato il traverso sotto la grotta ed anche qui la neve nel tratto più ripido e dove non c’era possibilità di mettere protezioni era un pò “andante”, il terzo molto più comodo. Giovanni e Greg, i più intrepidi, hanno affrontato e ben superato con due tiri la via “ghiaccio è bello”; anche su questa via le condizioni erano buone( fatto un paio di metri di misto nel boulderino ) ed il grado decisamente superiore alle altre due; nel tiro difficile il ghiaccio era spettacolare e sono state utilizzate come protezioni due viti da ghiaccio e due chiodi di via, non è stata utilizzata la sosta sotto al boulder in quanto ritenuta pericolosa.E’ stato lasciato un chiodo su un sasso dove poter fare sosta( oltre al chiodo lasciato hanno utilizzato un friend piccolo).Col il secondo tiro ( più “tranquillo” )sono arrivati in cresta.
    Al rientro abbiamo incontrato un gruppo di alpinisti fiorentini ( faccio un nome per tutti..Leonardo Bianchi che si sono cimentati nella “via dei Chiavaresi” al Contrario…hanno fatto delle varianti e ci hanno detto che anche qui le condizioni erano super.
    Grazie per avermi fatto partecipe di questa super giornata di sano alpinismo “apuano” !!!!!
    ( se le recupero, metterò le foto )[/quote]

    ti chiedo un paio di info: per caso hai guardato in che condizioni è la diretta Calcagno al Cavallo? la cascata è formata? la suora rosa al grondilice com’è messa? ( è la stretta linea immediatamente a sinistra della Frisoni Stagno).. grazie

    #26818
    Anonimo
    Ospite

    Al Grondilice gli unici grassi sono Ghiaccio è bello e Ascolta..
    La cascata del cavallo si vede ma secondo me è un velo. Sopra inoltre è abbastanza secca.
    Ciao
    Giampaolo

    #26819
    ilmoro
    Partecipante

    [quote=”alebiffi86″ post=28053][quote=”ilmoro” post=28051]ciao, ieri con gli amici Pietro, Giovanni e Gregorio ( in rigoroso ordine d’età ) siamo stati in Val Serenaia dove ci siamo regalati una discreta giornata di sano alpinismo!
    Macchina parcheggiata nei pressi del rifugio Val Serenaia ( c’erano tracce anche per proseguire ma la neve era abbastanza ghiacciata e in alcuni punti la macchina toccava, abbiamo preferito un avvicinamento più lungo ) e saliti in direzione rifugio Orto di Donna per poi proseguire fino all’attacco della via “ascolta il silenzio”; neve tutto sommato buona durante l’avvicinamento alla via e mooolto buona ( potei anche dire super ) nel tiro chiave che è stato protetto con un paio di viti da ghiaccio convincenti, un tricam ben posizionato ed abbiamo sfruttato i due chiodi già presenti.Uscita con neve discreta e sopratutto una gran bella cornice. Ad attenderci un caldo sole!!!
    Ridiscesi fino a prendere una rampa che abbiamo disarrampicato, ci siamo divisi…io e Pietro, i più “esperti”, abbiamo fatto il Canale Nerli con tre tiri…con il primo si è superata la goulotte con ghiaccio ben formato mentre la neve all’uscita era un pò..”gnorante”, con il secondo si è affrontato il traverso sotto la grotta ed anche qui la neve nel tratto più ripido e dove non c’era possibilità di mettere protezioni era un pò “andante”, il terzo molto più comodo. Giovanni e Greg, i più intrepidi, hanno affrontato e ben superato con due tiri la via “ghiaccio è bello”; anche su questa via le condizioni erano buone( fatto un paio di metri di misto nel boulderino ) ed il grado decisamente superiore alle altre due; nel tiro difficile il ghiaccio era spettacolare e sono state utilizzate come protezioni due viti da ghiaccio e due chiodi di via, non è stata utilizzata la sosta sotto al boulder in quanto ritenuta pericolosa.E’ stato lasciato un chiodo su un sasso dove poter fare sosta( oltre al chiodo lasciato hanno utilizzato un friend piccolo).Col il secondo tiro ( più “tranquillo” )sono arrivati in cresta.
    Al rientro abbiamo incontrato un gruppo di alpinisti fiorentini ( faccio un nome per tutti..Leonardo Bianchi che si sono cimentati nella “via dei Chiavaresi” al Contrario…hanno fatto delle varianti e ci hanno detto che anche qui le condizioni erano super.
    Grazie per avermi fatto partecipe di questa super giornata di sano alpinismo “apuano” !!!!!
    ( se le recupero, metterò le foto )[/quote]

    ti chiedo un paio di info: per caso hai guardato in che condizioni è la diretta Calcagno al Cavallo? la cascata è formata? la suora rosa al grondilice com’è messa? ( è la stretta linea immediatamente a sinistra della Frisoni Stagno).. grazie[/quote]

    ciao, non conosco la via al Grondilice e quindi non so darti info utili ( ma probabilmente come scritto sotto, è parecchio “secca”. Per quanto riguarda la diretta Calcagno al Cavallo, ieri ne parlavano i fiorentini, quindi se sei in contatto con loro ( Leonardo Bianchi credo tu lo conosca ) ti conviene contattarli.

    #26820
    alebiffi86
    Partecipante

    si, infatti ho sentito Leo..comunque grazie!

    #26821
    alberto
    Partecipante

    magari al Cavallo, sulla destra della diretta Calcagno, c’è PEGASO… B)
    ma se è secca la Calcagno mi sa che… :(

    #26823
    Anonimo
    Ospite

    Ragazzi secondo voi è il Focoraccia quello che si vede innevato??

    #26824
    Anonimo
    Ospite

    E’ l’ Altissimo…

    #26825
    Anonimo
    Ospite

    Grazie mi hai tolto il dubbio,mi sembrava l’altissimo ma c’erano un po’ di nuvole e non vedevo bene guidando….

    #26826
    warthog
    Partecipante

    Oggi veloce salita pomeridiana del canale Pesi Nottoli ai denti della secca. Lasciata auto alle Rocchette, da lì in poi necessarie catene e mezzo alto, neve nel complesso portante. La cresta dei denti pareva ben coperta fino all’antecima, pur essendosi mostrata solo per poco. Discesa veloce dal canale NE.

    #26827
    david
    Partecipante

    mercoledi scorso abbiamo salito il versante est del Sella, prima per il canale a destra del Sarperi con l’intento di vedere le condizioni delle pareti in direzione della cresta con l’Alto di Sella e poi con lunga traversata siamo usciti per il Sarperi sotto l’ultimo saltino. Condizioni della neve buone a tutte le quote; sul verticale molto poco a parte il breve salto del canale con buon ghiaccio.

Stai visualizzando 15 post - dal 76 a 90 (di 148 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.