morte del monte Altissimo

Homepage Forum Alpi Apuane Salvaguardia ambientale morte del monte Altissimo

  • Questo topic ha 62 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 9 anni, 8 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 63 totali)
  • Autore
    Post
  • #19344
    alberto
    Partecipante

    [quote=”marianne” post=22372]”Il marmo non serve a niente.” ???
    Posso ricordarvi che le piú belle opere d’arte del mondo sono fatte con il marmo delle Alpi Apuane? E che ancora oggi c’e sono artisti di tutto il mondo in Versilia e Carrara che sono venuti qui per questo favoloso marmo? E che le case degli paesi della montagna sono fatte di questo stesso marmo, solo di una qualita meno prezioso? Per non parlare di altre cose per loquale serve il marmo.

    Il fatto che le cave vengono gestite in modo capitalistica é un altra cosa.

    La soluzione del turismo per portare lavoro non è una soluzione perché non c’é quasi niente che ruïna una zona di piú che il turismo.

    E voi? Perché volete le montagne intatto? Per le scalinate??? Soltanto per il vostro hobby???[/quote]

    sai quanto me ne frega a me delle vostre opere d’arte??…pensaci un po’!

    le montagne create dalla natura sono LA VERA opera d’arte!!

    Il monte Forato è un opera d’arte, la Pania della Croce è un opera d’arte, il monte Procinto è un’ opera d’arte, i Torrioni del Corchia sono un opera d’arte, la Borra di Canala è un’ opera d’arte, l’ Antro del Corchia è un’opera d’arte, la Torre Oliva è un opera d’arte, la Punta Carina è un’opera d’arte.
    La bellezza del mare che si può ammirare dalle vette apuane è un opera d’arte.

    Se non riesci a vedere questi miracoli della natura come un’opera d’arte che l’artista più bravo non riuscirà mai ad imitare, allora vuol dire che non hai occhi per vedere ma neanche cervello per capire.

    L’uomo non è il centro dell’universo, l’uomo non è il padrone dell’universo, è solo un piccolo ingranaggio di un meccanismo ben più grande e complicato di lui e non ha il diritto di fare quello che vuole, non ha il libero arbitrio di fare e disfare.

    Inoltre ha il dovere di preservare un ambiente che gli è stato solo prestato ma non regalato. Rispettare una terra che bene o male gli permette di vivere. E questa terra abbiamo il DOVERE di lasciarla ai nostri figli e nipoti, più sana possibile, perché non è nostra!!

    A me vedere trasformare la montagna apuana in tubetti di dentifricio non mi sta bene!! e ho il diritto/dovere di dirlo, ho il diritto/ dovere di cercare di difendere la montagna apuana da gente che la sta distruggendo e avvelenando solo per il suo portafoglio.

    vai a vedere il PATTUME, le carcasse di ruspe, i bidoni, le batterie, le ruote, le cisterne, i cavi, i tubi, l’olio, tutti abbandonati nelle cave dismesse ma anche in quelle aperte. lasciati li a marcire ed ad avvelenare il terreno e le falde acquifere.

    E te mi vieni a parlare di opere d’arte…..Anche queste sono opere d’arte??

    [b]BELLA DIMOSTRAZIONE DI CIVILTA’
    [/b]

    Io sono un alpinista e qualcuno, magari qualcuno come te….. che ama le opere d’arte…., mi sta vietando di frequentare le montagne.

    Non posso andare al Solco d’Equi perché IO!! disturbo l’aquila. Va bene non ci vado perché l’aquila viene prima di me!!
    Però stranamente le mine delle cave che distruggono le montagne, guarda un po’….l’aquila non la disturbano. I camion che vanno su è giù, l’aquila non la disturbano.
    Ma che strano…..

    E tutto questo per permettere a TE a ad altri… come li chiami? a già ….artisti…con la puzza sotto il naso, con il vostro martello di sbriciolare il marmo per creare le TUE opere d’arte. Per poi farti bello /bella in piazza a Pietrasanta con opere che comunque sia nascono dalla MORTE e dalla DISTRUZIONE della natura.
    Per creare le mattonelle che andranno a foderare le moschee dei signorotti medievali arabi.
    Sai quanto gli frega di noi ai Signorotti arabi.

    Totò ti direbbe: “ma mi faccia il piacere”

    #19345
    Cima
    Partecipante

    “Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto,
    l’ultimo fiume avvelenato,
    l’ultimo pesce pescato,
    vi accorgerete che non si può mangiare il denaro.
    La nostra terra vale più del vostro denaro.
    E durerà per sempre.
    Non verrà distrutta neppure dalle fiamme del fuoco.
    Finchè il sole splenderà e l’acqua scorrerà,
    darà vita a uomini e animali.
    Non si può vendere la vita degli uomini e degli animali;
    è stato il Grande Spirito a porre qui la terra
    e non possiamo venderla
    perchè non ci appartiene.
    Potete contare il vostro denaro
    e potete bruciarlo nel tempo in cui un bisonte piega la testa,
    ma soltanto il Grande Spirito sa contare i granelli di sabbia
    e i fili d’erba della nostra terra.
    Come dono per voi vi diamo tutto quello che abbiamo
    e che potete portare con voi,
    ma la terra mai.”

    Piede di Corvo :evil:

    #19347
    Enzo
    Partecipante

    “sai quanto me ne frega a me delle vostre opere d’arte??…pensaci un po’!”
    “E tutto questo per permettere a TE a ad altri… come li chiami? a già ….artisti…con la puzza sotto il naso, con il vostro martello di sbriciolare il marmo per creare le TUE opere d’arte”
    (bonatti)

    “Quando sento la parola cultura, metto mano alla pistola”. E’ una frase di von Schirach, un gerarca nazista che a Norimberga nel 1946 fu condannato a vent’anni per crimini contro l’umanità.
    Anche a questo pensaci un po’, bonatti. C’è chi apprezza l’Altissimo senza disprezzare Michelangelo.
    Enzo

    #19348
    Anonimo
    Ospite

    [quote=”marianne” post=22372]”Il marmo non serve a niente.” ???
    Posso ricordarvi che le piú belle opere d’arte del mondo sono fatte con il marmo delle Alpi Apuane? E che ancora oggi c’e sono artisti di tutto il mondo in Versilia e Carrara che sono venuti qui per questo favoloso marmo? E che le case degli paesi della montagna sono fatte di questo stesso marmo, solo di una qualita meno prezioso? Per non parlare di altre cose per loquale serve il marmo.

    Il fatto che le cave vengono gestite in modo capitalistica é un altra cosa.

    La soluzione del turismo per portare lavoro non è una soluzione perché non c’é quasi niente che ruïna una zona di piú che il turismo.

    E voi? Perché volete le montagne intatto? Per le scalinate??? Soltanto per il vostro hobby???
    [/quote]

    Il “rispetto per la natura” non è un hobby e chi va in montagna questo lo sa, mentre chi si accontenta di avere il pavimento nuovo in marmo neanche si pone il problema.
    Oggi il marmo utilizzato per le opere d’arte non arriva allo 0,50% del totale (se vogliamo considerare tali le sculture di Botero & c.), mentre impazza il carbonato di calcio.
    E la ricaduta economica dov’è? Carrara ha il reddito pro capite tra i più bassi d’italia e l’inquinamento tra i più alti!
    Dovremmo esserne orgogliosi?

    Mi permetto una parafrasi un po’ spinta:
    “Posso ricordarti che i più bei gioielli del mondo sono fatti con i diamanti del continente africano? E che ancora oggi ci sono artisti di tutto il mondo che vanno in Africa per questi favolosi diamanti? E che le collane delle donne dei paesi più ricchi del mondo sono fatte di questi stessi diamanti?”
    E l’Africa…!?

    #19349
    alberto
    Partecipante

    [quote=”Enzo” post=22376]”sai quanto me ne frega a me delle vostre opere d’arte??…pensaci un po’!”
    “E tutto questo per permettere a TE a ad altri… come li chiami? a già ….artisti…con la puzza sotto il naso, con il vostro martello di sbriciolare il marmo per creare le TUE opere d’arte”
    (bonatti)

    “Quando sento la parola cultura, metto mano alla pistola”. E’ una frase di von Schirach, un gerarca nazista che a Norimberga nel 1946 fu condannato a vent’anni per crimini contro l’umanità.
    Anche a questo pensaci un po’, bonatti. C’è chi apprezza l’Altissimo senza disprezzare Michelangelo.
    Enzo[/quote]

    Enzo

    posso avere tutti i difetti del mondo ma certo non sono un nazzista. la dittatura, da qualsiasi parte venga, non rientra nei miei pensieri.

    Non disprezzo la cultura e tanto meno il genio di Michelangelo . Diverse volte sono stato a visitare ed ad apprezzare le sue opere, come quelle di altri artisti.

    Mi sono fatto ore e ore di fila per vedere la “DAMA CON L’ERMELLINO” di Leonardo a Firenze.
    Od ancora gli impressionisti a Brescia e Caravaggio a Roma, la Gioconda al Louvre. Il Giudizio Universale od ancora i musei Vaticani.
    Quindi penso di essere una persona la cultura e l’arte interessa molto.

    Ma quando uno/una viene a dire che noi non vogliamo le cave solo per difendere le nostre “scalinate”… il nostro …”hobby”… cioè il nostro misero orticello…allora mi salta il nervo.

    #19351
    Enzo
    Partecipante

    [quote=”bonatti” post=22378][quote=”Enzo” post=22376]”sai quanto me ne frega a me delle vostre opere d’arte??…pensaci un po’!”
    “E tutto questo per permettere a TE a ad altri… come li chiami? a già ….artisti…con la puzza sotto il naso, con il vostro martello di sbriciolare il marmo per creare le TUE opere d’arte”
    (bonatti)

    “Quando sento la parola cultura, metto mano alla pistola”. E’ una frase di von Schirach, un gerarca nazista che a Norimberga nel 1946 fu condannato a vent’anni per crimini contro l’umanità.
    Anche a questo pensaci un po’, bonatti. C’è chi apprezza l’Altissimo senza disprezzare Michelangelo.
    Enzo[/quote]

    Enzo

    posso avere tutti i difetti del mondo ma certo non sono un nazzista. la dittatura, da qualsiasi parte venga, non rientra nei miei pensieri.

    Non disprezzo la cultura e tanto meno il genio di Michelangelo . Diverse volte sono stato a visitare ed ad apprezzare le sue opere, come quelle di altri artisti.

    Mi sono fatto ore e ore di fila per vedere la “DAMA CON L’ERMELLINO” di Leonardo a Firenze.
    Od ancora gli impressionisti a Brescia e Caravaggio a Roma, la Gioconda al Louvre. Il Giudizio Universale od ancora i musei Vaticani.
    Quindi penso di essere una persona la cultura e l’arte interessa molto.

    Ma quando uno/una viene a dire che noi non vogliamo le cave solo per difendere le nostre “scalinate”… il nostro …”hobby”… cioè il nostro misero orticello…allora mi salta il nervo.[/quote]
    Bene, bonatti, ci siamo capiti.
    Ci vediamo in Apuane!
    Enzo

    #19352
    alberto
    Partecipante

    Si Enzo ci vediamo in Apuane e con MOLTO!! piacere perché sei una persona che mi piace.

    L’epoca romantica dei cavatori/lizzatori che si sono fatti il culo e anche di più, per un misero pezzo di pane è finita.
    Michelangelo non c’è più.
    Adesso si sbriciolano le Apuane per farci carbonato di calcio.

    E questo/a parla di opere d’arte.

    #19353
    Anonimo
    Ospite

    Sottoscrivo quanto asserito da Bonatti. Comunque non erano i pochi blocchi di marmo necessari agli sculturi e artisti x creare le loro opere a causare il degrado delle Apuane; degrado che x i monti e i loro abitanti è arrivato con il “progresso” del lavoro industrializzato e capillare nei bacini marmiferi. Naturalmente x artisti intendo Michelangelo & C. non certo quei vanitosi, incapaci e trafficoni di pseudo artisti di oggi tutti immersi in quel mercato affaristico-edonistico-elitario chiamato arte(?) moderna! Al di là del fatto, poi , che la famosa frase attribuita a Goebbels e poi a altri gerarchi nazisti è tutt’altro che dimostrato che mai sia stata detta(quale fonte? le registrazioni e gli atti del processo-farsa di Norimberga? per piacere…) io attualmente l’affermo con una leggera modifica ” quando sento parlare di “certa” cultura istintivamente la mano mi va al calcio della pistola! “.
    Un saluto.

    #19354
    dok
    Partecipante

    [quote=”Diego” post=22382]… io attualmente l’affermo con una leggera modifica ” quando sento parlare di “certa” cultura istintivamente la mano mi va al calcio della pistola! “…[/quote]

    …e bravo billitechìdde!

    certo, bonatti, che le donne le trattate proprio coi guanti di velluto!

    i miei complimenti a Marianne, per il fegato dimostrato a gettarsi nell’arena dei leoni a esprimere la sua personalissima opinione, sia pur minoritaria allo 0,50%.
    finalmente una voce che esce fuori dal solito coretto di quelli che la pensano e la dicono allo stesso modo!
    ciao
    Luca

    #19359
    alberto
    Partecipante

    [quote=”dok” post=22383][quote=”Diego” post=22382]… io attualmente l’affermo con una leggera modifica ” quando sento parlare di “certa” cultura istintivamente la mano mi va al calcio della pistola! “…[/quote]

    …e bravo billitechìdde!

    certo, bonatti, che le donne le trattate proprio coi guanti di velluto!

    i miei complimenti a Marianne, per il fegato dimostrato a gettarsi nell’arena dei leoni a esprimere la sua personalissima opinione, sia pur minoritaria allo 0,50%.
    finalmente una voce che esce fuori dal solito coretto di quelli che la pensano e la dicono allo stesso modo!
    ciao
    Luca[/quote]

    qui non è una questione di donne oppure uomini. Ma di cervello.
    La signorina Marianne ha scritto che a noi, in verità…. ci frega solo del nostro MISERO orticello arrampicatorio… Cioè secondo LEI saremmo solamente degli attori opportunisti che in verità della salvaguardia ambientale non ci frega nulla.
    Ma brava , non ci conosce ma ha la presunzione di giudicarci e di darci dei bugiardi.

    Questo, se voleva una riposta più gentile, se lo poteva risparmiare perché, almeno per me, è una grande palla per non dire un offesa e una grande mancanza di sensibilità da parte di una persona che credo se ho capito bene è un ARTISTA.

    la Signorina Marianna è un artista?? bene mi fa piacere che abbia scelto la nostra terra per esprimere la sua arte. Ma dal momento che tutti i giorni le nostre montagne vengono sbriciolate per fare dentifricio e materiale macinato per fare calcestruzzo.
    Non mi venga a parlare di opere d’arte. Non mi venga a dire che dovremmo sentirci onorati che avvenga tutto questo.

    E di quale “solito coretto” parli???

    Cercare di difendere dagli scempi queste montagne e denunciare il menefreghismo e la miopia di certe istituzioni, che dovrebbero adoperarsi per difenderli questi monti, invece di fare finta di nulla, ti sembra il “solito coretto” ?

    la Signorina Marianne è libera di esprimere tutte le sue opinioni ma senza offendere nessuno.
    Il fatto che ci abbia onorato della sua presenza in Italia non gli da questo diritto.

    #19362
    dok
    Partecipante

    [quote=”bonatti” post=22388]…la Signorina Marianna è un artista?? bene mi fa piacere che abbia scelto la nostra terra per esprimere la sua arte. Ma dal momento che tutti i giorni le nostre montagne vengono sbriciolate per fare dentifricio e materiale macinato per fare calcestruzzo.
    Non mi venga a parlare di opere d’arte. Non mi venga a dire che dovremmo sentirci onorati che avvenga tutto questo.

    E di quale “solito coretto” parli???

    Cercare di difendere dagli scempi queste montagne e denunciare il menefreghismo e la miopia di certe istituzioni, che dovrebbero adoperarsi per difenderli questi monti, invece di fare finta di nulla, ti sembra il “solito coretto” ?…[/quote]

    …sarà anche una voce piuccheminoritaria, ma a me sembra che l’arte abbia una bella voce in capitolo nella definizione di ciò che è bene e ciò che è male nell’escavazione, e non sia nè contro nè al di fuori di una legittima denuncia di quello che non va.

    l’arte chiama non solo la bellezza, l’arte chiama l’arte, e l’arte è conoscenza, capacità e competenza.
    è arte quella di chi sa saggiare la roccia per riconoscere la vena buona, che sa cosa è necessario e cosa è inutile e dannoso fare.
    è arte riconoscere nella natura un verso, un secondo e un contro, e agire di conseguenza.
    è arte fare un buon piano di coltivazione, e trovare un’armonia tra esigenze della civiltà e della natura…

    insomma anche l’arte può dare una lezione di civiltà, e può aiutare a indicare la via maestra da seguire.
    o no?

    #19363
    alberto
    Partecipante

    Magari so coltivare le patate, i pomodori, ect.
    Capisco qualcosa di alpinismo. Qualche traguardo l’ ho raggiunto e altri invece non ho abbastanza arte…o muso.

    Ma di piani di coltivazione del marmo non m’intendo. Quindi per quello che posso capire sono d’accordo con te. Anche per tagliare il marmo di vuole arte. Per coltivare una cava ci vuole arte o conoscenza del proprio lavoro.

    Ma visto che frequento per passione in lungo, in largo e in verticale questi monti da più di 30 anni! e ci abito dal 1989, occhi per vedere li possiedo anchio!!

    Ripeto per vedere non solo per guardare.

    E quello che vedo non è sempre e solo arte.

    Quello che succede al passo della Focolaccia non mi sembra solo arte.
    L’ambiente a Biforco non mi sembra solo arte. Oppure in Val Serenaia.

    Un paio di anni fa ho salito all’Altissimo lo sperone sovrastante la Cava della Tacca Bianca. Ho trovato le scritte dei cavatori, i loro nomi. Mi sono emozionato.
    Ma erano altri tempi. Oggi non vedo molta arte. Vedo sola molta razzia. Portare via il più possibile e con minor costo possibile.

    #19364
    dok
    Partecipante

    [quote=”bonatti” post=22392]…E quello che vedo non è sempre e solo arte.

    Quello che succede al passo della Focolaccia non mi sembra solo arte.
    L’ambiente a Biforco non mi sembra solo arte. Oppure in Val Serenaia…[/quote]

    …se è per quello anche tutto quel troiaio di pattume sull’Everest non mi sembra solo alpinismo :whistle:

    #19365
    alberto
    Partecipante

    [quote=”dok” post=22393][quote=”bonatti” post=22392]…E quello che vedo non è sempre e solo arte.

    Quello che succede al passo della Focolaccia non mi sembra solo arte.
    L’ambiente a Biforco non mi sembra solo arte. Oppure in Val Serenaia…[/quote]

    …se è per quello anche tutto quel troiaio di pattume sull’Everest non mi sembra solo alpinismo :whistle:[/quote]

    su questo sono d’accordo conte . E’ una vera vergogna per gli alpinisti che dovrebbero avere un SACRO rispetto della montagna.

    ma gli alpinisti prima sono uomini e l’alpinismo non rende mica migliori. Anzi spesso tira fuori il PEGGIO!! delle persone.

    Comunque adesso si sta prendendo coscienza di questo TROIAO e credo che un po’ tutte le spedizioni adesso si riportano a valle i propri rifiuti senza abbandonarli sul posto.
    Anche la gran parte delle corde fisse utilizzate vengono poi tolte una volta finita l’ascensione.
    Adesso gli alpinisti di punta non usano nemmeno più l’ossigeno. Quindi no bombole che prima venivano abbandonate sul posto. Un vero schifo.
    Il problema resta per le spedizioni commerciali.

    Anche il turismo ha i suoi problemi. Su questo sono d’accordo con Marianne . Basta vedere il pattume gettato nel ghiacciaio della Marmolada o quello gettato giù dalla parete sud della Marmolada all’uscita dalla via dell’ IDEALE dalla stazione di arrivo della funivia di Punta Rocca. Poi c’è l’ impatto delle piste per lo sci, gli alberghi costruiti in zone che andrebbero tutelate.

    Però con le Apuane c’è un enorme differenza. Qui l’attività estrattiva non solo inquina ma soprattutto DISTRUGGE!! in poco tempo (soprattutto con i sistemi di oggi) quello che la natura ha creato in millenni.
    E delle strade di arroccamento che mi dici? Sventrano interi versanti. Ti sembra un bel lavoro quella che sale alla Cava 27 , oppure al Passo della Focolaccia.
    Se vai al passo della Focolaccia invece di respirare il profumo della montagna respiri il puzzo dei gasolio.

    #19366
    Anonimo
    Ospite

    [[i][i]i]…sarà anche una voce piuccheminoritaria, ma a me sembra che l’arte abbia una bella voce in capitolo nella definizione di ciò che è bene e ciò che è male nell’escavazione, e non sia nè contro nè al di fuori di una legittima denuncia di quello che non va.

    l’arte chiama non solo la bellezza, l’arte chiama l’arte, e l’arte è conoscenza, capacità e competenza.
    è arte quella di chi sa saggiare la roccia per riconoscere la vena buona, che sa cosa è necessario e cosa è inutile e dannoso fare.
    è arte riconoscere nella natura un verso, un secondo e un contro, e agire di conseguenza.
    è arte fare un buon piano di coltivazione, e trovare un’armonia tra esigenze della civiltà e della natura…

    insomma anche l’arte può dare una lezione di civiltà, e può aiutare a indicare la via maestra da seguire.
    o no?[/quote]
    [/i][/i][/i]

    ma?!…ho un’idea di arte come “creazione” o “invenzione” e non la vedo associata alla distruzione.
    Belle parole… ma se si parla di “armonia tra esigenze della civiltà e della natura”, mi pare che non si stia parlando dell’escavazione moderna.
    Devo dire, però, che queste parole mi hanno fatto ripensare alla dura vita da lizzatore di mio nonno nelle valli massesi.
    Ma questa è tutta un’altra storia…

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 63 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.