alebiffi86

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 1,292 totali)
  • Autore
    Post
  • #52630
    alebiffi86
    Partecipante

    complimenti e grazie per il lavoro svolto.. però ” numeros* ” dal mio punto di vista è soltanto un abberrazione linguistica e grammaticale.. trovo assurdo aderire pedissequamente ad una certa propaganda spacciata per progressista e democratica; ricordo a tutti che il partito che promuove i cosiddetti diritti delle minoranze è lo stesso che per due anni ha violato la costituzione, messo agli arresti domiciliari milioni di persone sane, abolito per legge I RAPPORTI UMANI, stabilito quanti ospiti potevamo avere al cenone di Natale e impedito ad altrettanta gente di lavorare ed accedere agli esercizi pubblici; allora francamente sentire questi soggetti parlare di diritti, di tutela delle minoranze, di “inclusività” mi fa venire letteralmente il vomito e non capisco come si possa aderire ad una certa propaganda, soprattutto in virtù del fatto che è tanto cara a questi signori; ne approfitto per sottolineare il mio totale disappunto circa il fatto che anche qui sul forum, in questi ultimi e tristi anni non ho sentito molte voci di dissenso circa l’abominio che ci hanno costretti a vivere.. evidentemente è stato bene ai più, persino nel mondo della montagna (che probabilmente consideravo molto più libertino ed anarchico..sbagliando).

    • Questa risposta è stata modificata 2 settimane fa da alebiffi86.
    • Questa risposta è stata modificata 2 settimane fa da alebiffi86.
    • Questa risposta è stata modificata 2 settimane fa da alebiffi86.
    #52590
    alebiffi86
    Partecipante

    Complimenti ragazzi!! ho visto le foto, è davvero un gran fessurone, esposto e verticale! :good: :good: :good:

    #52552
    alebiffi86
    Partecipante

    …è tutto veramente tristissimo e desolante; si è vero, la responsabilità maggiore l’abbiamo noi, anche se non riesco a sentirmi colpevole perchè se tutti la pensassero come me le cose sarebbero ben diverse.. da solo (o con pochi altri) che posso fare? la guerra contro i mulini a vento? questi due anni hanno solamente fatto emergere una verità che era li sotto gli occhi di tutti: la società è alla deriva e da molto tempo; francamente sono molto confuso, non so più che decisioni prendere.. se quelle poche persone care che ho mi dessero retta comprerei in comunione di beni una proprietà in un luogo sperduto, tenterei di renderla autonoma energeticamente, metteri su un orto, una stalla e vaffanculo a tutto il resto.. ho solo sogni di fuga in questo momento; tutto ha perso d’importanza..anche l’alpinismo francamente in una situazione di tale sfacelo lascia un po’ il tempo che trova.. non si può essere felici se il mondo va a puttane.. al massimo si può cercare di parare il colpo al meglio delle proprie possibilità; si, la panchina a passo croce, l’invasione che c’è stata della montagna ultimamente, le catene, le proposte di divieto, gli ottanta imbecilli che due estati fa hanno campeggiato a campo cecina (lasciando due tonnellate di spazzatura e fornendo un asset magnifico ai fautori delle proibizioni).. tutto abberrante.. ma purtroppo il pericolo di questa situazione lo vediamo in pochi.. a me danno del complottista rincoglionito e la discussione finisce li.. nessuno condivide le mie preoccupazioni.

    • Questa risposta è stata modificata 4 mesi, 1 settimana fa da alebiffi86.
    #52547
    alebiffi86
    Partecipante

    Albe più che altro non ripongo nessuna fiducia in governi, istituzioni e qualunque tipo di apparato statale; probabilmente è una deformazione mentale che proviene dalla mia storia personale e magari crea una visione “viziata” della realtà.. però mi viene anche da pensare che la storia dell’umanità mi da ragione: quando mai il potere ha fatto gli interessi, il bene dei popoli? dovremmo riflettere su questo secondo me.. l’uomo è stato capace di orrori incredibili e purtroppo la storia è ciclica, tende sempre a ripetersi..

    #52543
    alebiffi86
    Partecipante

    ..credo che non si sia colto il punto realmente importante del discorso: qui non si tratta solo del nostro ambito specifico ma della creazione di gravi precedenti giuridici e sociali; questi due anni di follia hanno aperto la porta a provvedimenti e consuetudini che sono pericolosi..se accettiamo che le dolomiti oppure la città di Venezia diventino ” a numero chiuso”, diamo il via a quella che potrebbe diventare una tendenza sempre più liberticida e limititativa degli spostamenti sul territorio nazionale; ora Venezia, tra due anni perchè non Bologna, Napoli o Milano? perchè non le spiagge libere (già sta succedendo in diversi litorali), perchè non i fiumi, i laghi, altre montagne? qui non ci rendiamo conto del rischio che si sta correndo.. sulla scia della digustosa propaganda covid e adesso sull’onda di quella pseudo ecologista stiamo di fatto autorizzando lo stato a dirci dove possiamo andare, quando ed in che modalità farlo.. io non condivido il punto di vista secondo il quale si tratterà solo di provvedimenti mirati e circoscritti, perchè questo implicherebbe una buona fede da parte delle istituzioni.. la verità è che gli stiamo dando un dito e si prenderanno tutto il braccio; veramente volete svegliarvi in un mondo in cui non sarà più possibile alzarsi la domenica mattina e decidere all’ultimo minuto di voler fare un giro in una città italiana senza l’apposita prenotazione? eravamo già schiavi prima, su questo non ci piove (basti pensare a quante ore al giorno lavoriamo per stipendi ridicoli) ma esiste un limite che non andava superato.. ma non vi rendete conto che in questi due anni il leitmotiv è stato sempre lo stesso? prima c’erano i sacrosanti sacrifici per il covid, adesso ci sono quelli per la guerra, poi quelli per proteggere l’ambiente.. e intanto noi perdiamo diritti ogni giorno ad una velocità spaventosa e la cosa più incredibile è il consenso unanime che queste manovre criminali stanno avendo.

    • Questa risposta è stata modificata 4 mesi, 2 settimane fa da alebiffi86.
    • Questa risposta è stata modificata 4 mesi, 2 settimane fa da alebiffi86.
    #52532
    alebiffi86
    Partecipante

    Aberto condivido al 100% quello che hai scritto; questi signori da anni semplificano l’accesso alla montagna e adesso si accorgono che c’è troppa gente.. da sempre creano problemi e poi impongono soluzioni che sono peggiori dei problemi stessi; non dobbiamo accettare che la natura venga regolamentata come la cosiddetta società civile (che di civile ha sempre meno).. nelle terre selvagge vigono regole diverse, la selezione come hai detto tu la deve fare la montagna stessa; vogliono meno gente in montagna? bene, che inizino a levare alberghi in alta quota, funivie, cavi e altre stronzate.. quando per arrivare sul ghiacciaio ti devi fare 2000 metri di dislivello di sicuro non c’è la coda; io personalmente non accetterò nessun tipo di restrizione come non ho accettato lockdown, coprifuochi e altre porcate fasciste..mi auguro che dagli ambienti istituzionali della montagna si levi qualche voce ma ne dubito fortemente

    #52530
    alebiffi86
    Partecipante

    Ciao Giò! Mah, in effetti in molti dicono che saranno provvedimenti circoscritti solo alle mete turistiche più frequentate ma purtroppo queste iniziative (come Venezia a numero chiuso o il vergognoso tentativo di “credito sociale” a Roma e Bologna) arrivano, come si diceva prima, a cavallo di due anni di abusi, restrizioni della libertà e incremento del controllo della popolazione.. inutile dire che mi viene subito da storcere il naso e non riesco a vederci nulla di buono..

    #52456
    alebiffi86
    Partecipante

    …non conosco il motivo di questo gesto ma sicuramente direi che un bel contributo può venire dal fatto che purtroppo c’è stato un aumento pazzesco del numero di frequentatori della montagna; dopo essere stati chiusi in casa per mesi, masse di bifolchi si sono riversate sui monti ma la loro cultura d’appartenenza era quella degli stadi e dei centri commerciali e li dovevano rimanere; chiaramente questi soggetti non sono assolutamente in grado di rapportarsi all’ambiente naturale e questi sono i risultati.. ringraziamo anche di questo conte,draghi,speranza e la pandeminchia; spero solo che l’inverno e i pendii ghiacciati ne sfoltiscano le fila.. bande di cavernicoli da bar..

    • Questa risposta è stata modificata 11 mesi, 1 settimana fa da alebiffi86.
    #52438
    alebiffi86
    Partecipante

    Vi ringrazio tanto ragazzi per le belle parole! sono molto contento che ci siano ulteriori ripetizioni e che la via piaccia; complimenti a tutti..non è sicuramente una salita molto difficile ma presenta un certo ingaggio; se poi voleste fare anche un giretto su “grand hotel val boana” al Sumbra prima che venga freddo io non mi offendo.. :whistle:

    #52397
    alebiffi86
    Partecipante

    tutti i miei complimenti Gregorio!! ho visto che si sono “scomodati” addirittura i Ragni di Lecco per venire a ripetere la tua via, credo che sia una gran soddisfazione! hai portato a termine una gran bella realizzazione; come ti dissi anni fa, hai talento e pelo da vendere e la grossa fortuna è che sei pure molto giovane.. continua su questa strada, quella dell’alpinismo con la A maiuscola e scriverai bei capitoli su queste ed altre montagne!

    #52393
    alebiffi86
    Partecipante

    Grazie mille Giovanni!

    #52372
    alebiffi86
    Partecipante

    Grazie mille Albe!

    #52370
    alebiffi86
    Partecipante
    #52257
    alebiffi86
    Partecipante

    Albe, qui più che il forum (che è sempre un bel “luogo” dove ritrovarsi) dovrebbe risvegliarsi ben altro prima che sia troppo tardi per tutti noi..

    #52249
    alebiffi86
    Partecipante

    ..con la nuova versione del forum non so come si faccia a citare le varie affermazioni fatte quindi risolvo in maniera più “analogica”; rispondo a Nico:

    1) in realtà alcune differenze tra usare il trapano o il piantaspit ci sono ma francamente non ho molta voglia di dilungarmi su questo in quanto per me non era il punto centrale della questione

    2) ho trovato PERSONALMENTE poco logica la linea di salita realizzata da Diego, per l’idea in se e pure per il contesto ove è stata realizzata; si tratta di un opinione, solo di quello.. non ho mai amato particolarmente la logica della direttissima a tutti i costi, specialmente se la parete in questione “non merita” quel tipo di approccio; de gustibus non est disputandum dicevano e di questo si tratta, un parere personale.. leggo la relazione, guardo la foto e semplicemente non mi viene voglia di andare a ripeterla, tutto qui; se devo rischiare 400 euro per poter disporre del mio tempo vado altrove, non su BLACK CRACK in sostanza e non capisco cosa ci sia di “discutibile” in questo..

    3) credo di aver sbagliato ad intervenire nel post.. è stato un po’ un automatismo dato dalle vecchie e “superate abitudini” che attualmente necessitano di un “reset”; mi ero ripromesso di farmi i fatti miei anche alla luce del fatto che,tutto sommato non ho più nulla da condividere con circa il 90% del genere umano, attualmente; credo che d’ora in avanti il mio alpinismo sarà un po’ più privato e ne darò notizia esclusivamente a persone selezionate, tramite canali dedicati

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 1,292 totali)