Luca

Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 27 totali)
  • Autore
    Post
  • #52144
    Luca
    Partecipante

    Greg….devi aggiornare…!!!!!!!

    #52099
    Luca
    Partecipante

    Matteo, ciao, non so quanti ani hai, io ne farò 47 a novembre…per quanto riguarda lo stato di forma considera che la mia ultima uscita era datata 9 marzo, poi sono riuscito ad andare ad arrampicare un paio di volte alle Rocchette ( ma si parla di un pomeriggio ed una mattinata )….solo che quando Greg mi ha chiamato per sapere come stavo, ho detto una “innocente” bugia”…sono in forma per fare tutto!!!. A parte tutto, non volevo mancare ancora una volta questo appuntamento e rimandare di un paio di settimane era rischioso, visto i suoi numerosi impegni. Questa sarà una salita che ricorderò e lo farò con piacere ovviamente, perchè oltre ad affrontare questa meravigliosa parete sono stato testimone di una arrampicata di altri tempi, non fosse altro per il fatto che Greg ha utilizzato gli scarponi ed in più si è fatto carico del peso della croce di vetta. Un giorno potrò raccontare questo a mia figlia ( giusto per dare un tono anche “celestiale” alla salita ). Ora passata la fatica inizio a godermela anche di più perchè rivedo i singoli tiri in maniera migliore e più chiara.

    #52097
    Luca
    Partecipante

    buongiorno, finalmente posso anch’io aggiungermi alla lista di alpinisti che hanno salito almeno una volta questa classica importante delle Apuane. Ieri, 8 luglio , insieme all’amico e compagno di cordata Greg ( Gregorio Pedrini ) abbiamo portato a termine questa bellissima , impegnativa e difficile via; per lui si trattava della terza ripetizione per me era la prima volta. Abbiamo salito la via , io con le scarpette, lui con gli scarponi e zaino appesantito ( volontariamente ) da 7,5litri di acqua ed altro materiale, così per allenarsi alle grandi salite sulle Alpi. Poi siccome non gli bastava questo di peso, ha aggiunto a partire dal IV tiro la croce di vetta del Pizzo che qualche sciagurato aveva gettato di sotto ( non fosse altro, per il pericolo di colpire qualcuno appunto sulla via ). Che dire, un grande…ma non scopro l’acqua calda. Non mi dilungo sulla relazione in quanto la conoscete, dico solo che abbiamo fatto 12 tiri molti dei quali facendo della conserva. La roccia è per gran parte buona, ci sono purtroppo molti detriti che vengono giù con uno starnuto, ma insomma abbiamo cercato di fare del nostro meglio per far si che questo non accadesse. Per me che ho un grado di arrampicata sul 6a risicato in falesia si è trattata di una via davvero tosta, soprattuto per l’utilizzo continuo dei piedi in spaccata sulle pareti dei camini ( cosa che non sono abituato a fare ) ed anche la lunghezza di tutta la via con le corde che spesso facevano attrito alla fine si è fatta sentire visto che il mio stato di forma non è al momento un granchè…ma non potevo rinunciare alla chiamata del Greg!!! Grande grande grande soddisfazione per una via che mi aveva visto battere in ritirata un paio di anni fa, causa presenza sulla via di diverse cordate con conseguente pioggia di sassi, ma che ieri ho affrontato con tenacia e voglia di viverla. Essere insieme ad un compagno che oltre a conoscerla ti da sicurezza dal punto di vista tecnico mi ha sicuramente facilitato almeno nella decisione di affrontare la via. Unico neo, mi è cascato un rinvio che purtroppo apparteneva al Greg….se qualcuno lo ritrovasse, sapete a chi appartiene!!!!! la Oppio Colnaghi!!….almeno ora quando vado a Caprignana dai parenti posso guardare con pace interiore questa immensa magica parete!!!!! W LA NORD!!

     

    #51892
    Luca
    Partecipante

    ciao, in merito alla situazione e, probabilmente, al destino che toccherà alle Apuane vi porto a conoscenza di questo…

    CLAMOROSO SU RADIO 1
    Ieri pomeriggio ho voluto fare un semplice esperimento, sostanzialmente per vedere se l’informazione pubblica per antonomasia – quella di Stato – fosse veramente libera e senza censure (a posteriori vi posso già dire che il test è stato debitamente superato; almeno da questo punto di vista…).
    Accortomi – in anticipo – che tra gli ospiti della puntata della trasmissione “Radio 1 in viva voce” figurava il Ministro dell’Ambiente, non potevo esimermi dal dare sfogo a tutto il sentimento che nutro per le nostre amate montagne: l’avessi mai fatto…Al Generale Sergio Costa ho scritto il seguente sms: “Buonasera, volevo domandare al Signor ministro se è a conoscenza che in Italia si sta sbriciolando un intera catena montuosa: le Alpi Apuane. Gianluca da Firenze”. Sapete che cosa ha risposto il Ministro dell’ Ambiente al vostro amico? Le seguenti e testuali parole: “Per quanto riguarda le Alpi, quella quota parte delle Alpi di cui si stanno sbriciolando, noi abbiamo il problema del climate changing, ovviamente, cioè i ghiacciai si stanno cominciando a ritirarsi con tutte le problematiche collegate, sono monitorate dal Cnr e da Ispra, oltre che dal sistema agenziale come si suol dire, però è chiaro che stiamo facendo i conti con quello che è il climate changing”. Questa è l’ennesima riprova – se mai ce ne fosse stato bisogno – che in Italia siamo governati da quattro cialtroni (per non dimenticare potete riascoltare domanda e risposta sul link: https://www.raiplayradio.it/…/radio1inviv…/archivio/puntate/ dal minuto 22:45 al 24:15).

    Non che non credessi al post scritto, ma per curiosità ho ascoltato l’ingtervento del ministro dell’ambiente….e purtroppo è tutto vero…..maledeto climate changing!!!

     

    #51832
    Luca
    Partecipante

    Nico, buongiorno. Il venditore aveva solo la copia che ho io. Pensavo di averla trovata anche a San Marino presso una libreria ( stando alle informazioni di google)…li ho contattati e sembrava l avessero. Avebbero dovuto ricontattarmi ma non lo hanno fatto. Però può anche darsi che si sia solo dimenticato. Prova a fare qualche ricerca, merita davvero conoscere queste storie!

    Luca

    #27767
    Luca
    Partecipante

    ciao, mi permetto di partecipare a questa bella discussione in qualità di “tifoso” di Alberto.
    Non ho fatto parte( ahimè ) della scuola Monteforato quindi in realtà non ho mai avuto un confronto diretto con te Alberto ( mi permetto di darti del “te” ) e ovviamente arrampico e scalo come un “cialtrone” ma mi diverto ugualmente. Ma di Alberto ho sentito parlare fin dalla prima volta che ho messo piede nel rifugio Rossi alla Pania in una giornata invernale, quando salì insieme a quello che per me è stato un insegnante di montagna e dopo aver mangiato lui ti salutò come se vi conosceste da anni.Poi mentre tornavamo verso casa mi raccontò di chi eri, di quello che eri ( e ancora sei in relatà, cioè accademico del Cai ) e delle vie che avevi aperto al Col della Lettera ( in maniera generale ovviamente )e sottolienando che sei bravo, ma bravo per davvero. Poi ho avuto modo d’incontrarti altre volte, una di questa andavi con gli sci verso il passo della Focolaccia con Sabrina in una bellissima e giornata di marzo e ultimamente al Procinto con gli allievi ed altri isctruttori della scuola ( io ero insieme a quel vecchietto che volevano salire la classica ad Ovest del Procinto, ma tu ci dicesti che era praticamente inghiottita dalla vegetazione!! )ed io pensavo..cavolo questo è il Benassi!!
    Ecco..”oh!quello è il Benassi”..o anche ” si ma oh! non son mia il Benassi io ” !!…” li? si, forse il Benassi ci passa” !….ecco, chissà quante volte ti fischieranno le orecchie, sopratutto in inverno, perchè davvero il tuo nome è strettamente legato all’alpinismo, inteso come te lo hai definito: avventura. E per noi, che ogni tanto proviamo l’ebrezza dell’avventura, averti vicino anche solo metaforicamente ( ovviamente ), ti posso assicurare che è un gran piacere.
    Quello che hai scritto è davvero una gran bella riflessione. “Il Benassi” !!!
    Luca

    #27532
    Luca
    Partecipante

    Pierluigi Bini: il mito con ai piedi un paio di Superga

    ciao,
    ho letto i vostri post e visto le foto inerenti al Gran Sasso, e questa mattina sul sito montagna.tv. c’è questa intervista.
    Giusto per dare il mio contributo ( si fa per dire…).
    Spero sia di vostro gradimento!
    Luca

    #27329
    Luca
    Partecipante

    Ma si che ci conosciamo..sono Luca , l’amico di Fabrizio. Sono di Castelnuovo!!!
    Le tue storie , i tuoi racconti ,sono sempre pieni di significati e li leggo molto volentieri ogni volta.
    Chi da anni pratica l alpinismo o comunque vive la montagna si è trovato di fronte a situazioni del genere, almeno una volta.
    Mi piacerebbe conoscere il vostro stato d’animo, ma come se fossimo in un rifugio a fare due chiacchiere!
    Luca

    #27317
    Luca
    Partecipante

    da amante e praticante ( ogni tanto ) di questo genere di viaggio, complimenti davvero!!!! si riapre una certa voglia di partenza nel mio spirito!!!!

    #27013
    Luca
    Partecipante

    ciao, oggi con mio cugino Il Togna abbiamo salito il canale nord est alla Secca. L’idea era quello di salire il canale e andare poi per cresta, scendere all’intaglio e da qui risalire fino in vetta, ma il vento e le condizioni della neve ci hanno fatto desistere. Abbiamo salito dapprima il canale sul lato sinistro ( orografico ) in conserva in quanto il canale era tutto coperto e per fortuna era stato sceso da qualche sciatore ieri o ieri l’altro penso, così abbiamo trovato praticamente uno scivolo molto semplice da risalire ( con neve dura ). In cresta, come già scritto, c’era molto vento ( cosa che ci aspettavamo ) ma la neve non era trasformata per nulla, quindi siamo ridiscesi con una doppia fino a dove il canale si dirama e qui abbiamo fatto la salita al lato destro ( orografica)..molto più impegnativa sia per la pendenza che per la neve in alcuni tratti sfatta ( salita protetta con due friend e tre cordini messi ai tre alberelli trovati ). Non siamo arrivati proprio sulla cresta in quanto le condizioni del vento erano peggiorate e la neve di sicuro non era migliorata.
    Sia l’avvicinamento che il rientro sono risultati molto impegnativi per la molta neve trovata..si sfondava spesso fino alla vita.
    Al rientro abbiamo incontrato due alpinisti che hanno salito la Pesi Nottoli e ci hanno detto di aver trovato buone condizioni sul verticale dove il vento aveva spazzato la neve fresca facendo trovare così il fondo precedente mentre sulla parte più impegnativa ( ha detto che i piedi vanno messi uno avanti all’altro altrimenti non entrano ) e nella parte finale la neve era pessima ( fresca e senza tenuta ).
    Altro aspetto da considerare, con la macchina oggi si arrivava fino alle Rocchette o poco più su; io con la Lada ( dotata di catene, marce ridotte, blocco del differenziale ) sono riuscito ad arrivare fino al parcheggino che si usa quando si va verso la Est e dintorni.
    Noi ci siamo divertiti.

    #26867
    Luca
    Partecipante

    Ciao, stamattina uscita “rubata” al lavoro ( un pò come le braccia all’agricoltura !!) per un salto veloce sulla Pania della Croce. La strada è con fondo ghiacciato nella parte a nord, poi pulita fino alle Rocchette mentre da qui fino al Piglionico c’è ancora molta neve ma almeno ci sono i binari ( grazie a chi si è “prestato alla causa!! ). Arrivato con la Lada senza mettere catene e/o usare le ridotte.
    Nel bosco neve fresca “farinosa” con fondo duro; fuori nel prato ampi spazi di neve tirata..fatto inizialmente il canale dell’Inferno dove mi aspettavo di sfondare ed invece si è rivelato molto ma molto divertente con neve spazzata o comunque trasformata nella parete a sinistra del vallone che porta alla Croce. Sulla vetta ho incontrato 5 alpinisti che avevano salito il Carrubi..per quanto riguarda le condizioni, riporto lapidario il commento di uno di questi ” se uno doveva prendere il mercoledì di ferie per salire il Carrubi, poteva risparmiarselo”!!…comunque neve in basso buona, a metà sfondona e nella parte finale..insomma!!!.
    Per quanto mi riguarda sono sceso e poi risalito dalla Cresta Est, coperta con neve tirata.
    Tutto sommato, una rapina che mi ha fatto bene….e ora aspettiamo questa ondata di neve!!!

    #26844
    Luca
    Partecipante

    Ciao, alcuni amici sono stati stamani in Valserenaia e Greg ha salito la cascata Calcagno al monte Cavallo. Uscito sulla sinistra perché a destra era un po’ secco. Fatto sosta e si è ricalato. Posto una foto ( che potete vedere anche su fb nella pagina ” alpi apuane “)..la cascata è ad oggi in condizione!! complimenti per la salita e soprattutto per aver affrontato il Burian!!

    #26819
    Luca
    Partecipante

    [quote=”alebiffi86″ post=28053][quote=”ilmoro” post=28051]ciao, ieri con gli amici Pietro, Giovanni e Gregorio ( in rigoroso ordine d’età ) siamo stati in Val Serenaia dove ci siamo regalati una discreta giornata di sano alpinismo!
    Macchina parcheggiata nei pressi del rifugio Val Serenaia ( c’erano tracce anche per proseguire ma la neve era abbastanza ghiacciata e in alcuni punti la macchina toccava, abbiamo preferito un avvicinamento più lungo ) e saliti in direzione rifugio Orto di Donna per poi proseguire fino all’attacco della via “ascolta il silenzio”; neve tutto sommato buona durante l’avvicinamento alla via e mooolto buona ( potei anche dire super ) nel tiro chiave che è stato protetto con un paio di viti da ghiaccio convincenti, un tricam ben posizionato ed abbiamo sfruttato i due chiodi già presenti.Uscita con neve discreta e sopratutto una gran bella cornice. Ad attenderci un caldo sole!!!
    Ridiscesi fino a prendere una rampa che abbiamo disarrampicato, ci siamo divisi…io e Pietro, i più “esperti”, abbiamo fatto il Canale Nerli con tre tiri…con il primo si è superata la goulotte con ghiaccio ben formato mentre la neve all’uscita era un pò..”gnorante”, con il secondo si è affrontato il traverso sotto la grotta ed anche qui la neve nel tratto più ripido e dove non c’era possibilità di mettere protezioni era un pò “andante”, il terzo molto più comodo. Giovanni e Greg, i più intrepidi, hanno affrontato e ben superato con due tiri la via “ghiaccio è bello”; anche su questa via le condizioni erano buone( fatto un paio di metri di misto nel boulderino ) ed il grado decisamente superiore alle altre due; nel tiro difficile il ghiaccio era spettacolare e sono state utilizzate come protezioni due viti da ghiaccio e due chiodi di via, non è stata utilizzata la sosta sotto al boulder in quanto ritenuta pericolosa.E’ stato lasciato un chiodo su un sasso dove poter fare sosta( oltre al chiodo lasciato hanno utilizzato un friend piccolo).Col il secondo tiro ( più “tranquillo” )sono arrivati in cresta.
    Al rientro abbiamo incontrato un gruppo di alpinisti fiorentini ( faccio un nome per tutti..Leonardo Bianchi che si sono cimentati nella “via dei Chiavaresi” al Contrario…hanno fatto delle varianti e ci hanno detto che anche qui le condizioni erano super.
    Grazie per avermi fatto partecipe di questa super giornata di sano alpinismo “apuano” !!!!!
    ( se le recupero, metterò le foto )[/quote]

    ti chiedo un paio di info: per caso hai guardato in che condizioni è la diretta Calcagno al Cavallo? la cascata è formata? la suora rosa al grondilice com’è messa? ( è la stretta linea immediatamente a sinistra della Frisoni Stagno).. grazie[/quote]

    ciao, non conosco la via al Grondilice e quindi non so darti info utili ( ma probabilmente come scritto sotto, è parecchio “secca”. Per quanto riguarda la diretta Calcagno al Cavallo, ieri ne parlavano i fiorentini, quindi se sei in contatto con loro ( Leonardo Bianchi credo tu lo conosca ) ti conviene contattarli.

    #26815
    Luca
    Partecipante

    ciao, ieri con gli amici Pietro, Giovanni e Gregorio ( in rigoroso ordine d’età ) siamo stati in Val Serenaia dove ci siamo regalati una discreta giornata di sano alpinismo!
    Macchina parcheggiata nei pressi del rifugio Val Serenaia ( c’erano tracce anche per proseguire ma la neve era abbastanza ghiacciata e in alcuni punti la macchina toccava, abbiamo preferito un avvicinamento più lungo ) e saliti in direzione rifugio Orto di Donna per poi proseguire fino all’attacco della via “ascolta il silenzio”; neve tutto sommato buona durante l’avvicinamento alla via e mooolto buona ( potei anche dire super ) nel tiro chiave che è stato protetto con un paio di viti da ghiaccio convincenti, un tricam ben posizionato ed abbiamo sfruttato i due chiodi già presenti.Uscita con neve discreta e sopratutto una gran bella cornice. Ad attenderci un caldo sole!!!
    Ridiscesi fino a prendere una rampa che abbiamo disarrampicato, ci siamo divisi…io e Pietro, i più “esperti”, abbiamo fatto il Canale Nerli con tre tiri…con il primo si è superata la goulotte con ghiaccio ben formato mentre la neve all’uscita era un pò..”gnorante”, con il secondo si è affrontato il traverso sotto la grotta ed anche qui la neve nel tratto più ripido e dove non c’era possibilità di mettere protezioni era un pò “andante”, il terzo molto più comodo. Giovanni e Greg, i più intrepidi, hanno affrontato e ben superato con due tiri la via “ghiaccio è bello”; anche su questa via le condizioni erano buone( fatto un paio di metri di misto nel boulderino ) ed il grado decisamente superiore alle altre due; nel tiro difficile il ghiaccio era spettacolare e sono state utilizzate come protezioni due viti da ghiaccio e due chiodi di via, non è stata utilizzata la sosta sotto al boulder in quanto ritenuta pericolosa.E’ stato lasciato un chiodo su un sasso dove poter fare sosta( oltre al chiodo lasciato hanno utilizzato un friend piccolo).Col il secondo tiro ( più “tranquillo” )sono arrivati in cresta.
    Al rientro abbiamo incontrato un gruppo di alpinisti fiorentini ( faccio un nome per tutti..Leonardo Bianchi che si sono cimentati nella “via dei Chiavaresi” al Contrario…hanno fatto delle varianti e ci hanno detto che anche qui le condizioni erano super.
    Grazie per avermi fatto partecipe di questa super giornata di sano alpinismo “apuano” !!!!!
    ( se le recupero, metterò le foto )

    #26808
    Luca
    Partecipante

    ciao, solo per informarvi che la strada per arrivare al Piglionico è innevata, praticamente a partire dal parcheggiometro!!…fino alle Rocchette si arriva ( io sono stato ieri ) ma da li in poi non ci sono tracce ( a meno che non sia passato lo spalaneve stamattina ) . Qui con tre macchine il parcheggio è bello pieno.
    Buon week end !!

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 27 totali)