via “Nerli” all’Altissimo

Homepage Forum Alpi Apuane Arrampicate sulle Apuane via “Nerli” all’Altissimo

Questo argomento contiene 46 risposte, ha 9 partecipanti, ed è stato aggiornato da alberto alberto 2 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 47 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #13779

    Anonimo

    Ciao Antonio,
    sulla Benincasi-Canciani c’? il nostro topic "incidente sull’Altissimo" credo nella sezione "arrampicate sulle Apuane". Ci sono relazionati i circa 200 m. percorsi fino alla frana che colp? Antonello nella zona che si vede bene nella foto di Bergame (? quella specie di "cavetta" poco sotto il secondo cerchietto). Dunque eravamo vicini al punto in cui Bonatti ? sbucato sullo spigolo del pilstro sud. Io credo che loro abbiano fatto la parte finale della Benincasi che si ricongiunge con la Nerli sotto il passaggio chiave della placca data nella relazione di V+ piuttosto duro. Dopo, come dice Bonatti, si va x cresta su diff. di II.
    Un saluto

    #13783

    lasco
    Partecipante

    Ciao Diego ? un po che non ci vediamo,la tua relazione mi era sfuggita ,ora mettendo insieme la recente relazione di Bonatti la tua e le foto ho un idea pi? chiara di una parete a me per lo pi? sconosciuta .Ciao

    #13853
    alberto
    alberto
    Partecipante

    Monte Altissimo parete sud pilastro di sinistra
    VIA "NERLI – AMADEI – SCATENA"

    Relazione della ripetizione del 14/1/2012

    Avvicinamento:
    Dalla Polla lungo la strada di cava, raggiunta e sorpassata la piccola galleria sotto i pilastri sud, si sale per facile e aperto canalino al sentiero dei cavatori che corre orizzontale sotto la parete. Si ritorna a sinistra alla costola proprio sopra la piccola galleria. Attacco a destra della costola.

    Relazione:
    I) Salire a destra della costola lungo una delicata spaccatura III+ , proseguire lungo la facile e coricata costola fino alla base di una compatta placca incisa da una bella fessura dove si sosta comodamente su fr. Sosta da attrezzare. 30 mt.
    II) Evitare la placca obliquando facilmente a sinistra. Salire per ciuffi di paleo, placchette e rocce rotte seguendo il percorso pi? facile. II/III?. Facendo un semicerchio da sinistra a destra ritornare sulla costola sostando su piante. 60 mt.
    III) Proseguire facilmente per terreno erboso con roccette affioranti. Superate alcune piante, affrontare un tratto roccioso pi? ripido reso delicato e infido dalla scadente qualit? della roccia IV? . Dove la costola si fa orizzontale e prima di un colletto erboso sostare su spuntone. 60 mt.
    IV) Facilmente fino al colletto erboso dove si trova una sosta attrezzata con grillo di calata e 2 ch. Proseguire per terreno erboso e roccette affioranti raggiungendo, a sinistra di una evidente rampa, alcuni alberi dove si sosta. 50 mt.
    V) salire a destra lungo la rampa III/IV. Quando questa si chiude sotto un diedrino biancastro, segno di frana, uscire a destra e con passo delicato V? per la roccia rotta, uscire sul filo del pilastro. Sempre con cautela superare dei blocchi IV? e raggiungere una comoda terrazza sotto una bella placca fessurata a sinistra di un diedro.1 ch. di sosta trovato 55 mt.
    VI) Salire a destra lungo il diedro V? poi IV? fino ad un ch. di via. Non proseguire nel diedro, ma sfruttando la prima di due fessure oblique, uscirne a destra V+.
    Girato lo spigolo traversare sempre a destra su terreno infido IV- quindi in verticale per terreno erboso II? salire su comoda terrazza dove si sosta sotto una parete verticale. 40 mt sosta da attrezzare.
    VII) Salire a sinistra lungo una rampetta III?+ . Superare un aperto diedro IV per poi uscire su comodo terrazzo . Salire in obliquo a destra su placche V? . Con delicato passaggio VI?- superare una placca compatta. Traversare a destra in leggere discesa. Delicato V+ roccia dubbia che suona a vuoto. Raggiunto un diedrino lo si risale V/V+ fino ad uscire su comoda terrazza dove si sosta oramai alla fine delle maggiori difficolt?. Sosta da attrezzare 40 mt.

    Proseguire facilmente I/II? da prima lungo la cresta, poi scendere a destra in un valloncello erboso. Risalirlo e superando alcuni brevi saltini I/II? si esce a destra sull’antecima sud. Da questa per semplice cresta alla vetta.

    Materiale: usati friends fino al blu camalot. chiodi per rinforzare e attrezzare le soste e un paio sul settimo tiro. Tutto recuperato per lasciare inalterato l’impegno della via.

    Le difficolt? da noi incontrate pur essendo di ordine classico sono superiori e maggiormente continue a quelle dichiarate nella relazione della guida del CAI. Questo mi fa supporre che possiamo non avere seguito il percorso originale.

    #13872

    Guido
    Partecipante

    moooooooolto interessante…:woohoo:

    #14522
    alberto
    alberto
    Partecipante

    per MARCO di AS

    ciao Marco ti volevo chiedere un favore.

    Visto che hai la possibilit? di vedere e parlare con Angelo Nerli, potresti fargli avere la relazione che ho messo qui, della nostra ripetizione della sua via al Pilastro sud dell’Altissimo fatta nel gennaio scorso.

    Ho un p? di dubbi sul percorso da noi fatto. Le difficolt? incontrate sono superiori e pi? continue a quelle che si leggono sulla stringata relazione che si trova sulla guida CAI.

    Magari Angelo potrebbe togliermi i dubbi .

    Grazie.

    #14528

    Marco Lapi
    Partecipante

    Ok bonatti, dovremmo rivederci presto dopo Pasqua. Provveder? senz’altro! Ciao e auguri

    Marco

    #14529
    alberto
    alberto
    Partecipante

    Marco di AS scritto:

    Ok bonatti, dovremmo rivederci presto dopo Pasqua. Provveder? senz’altro! Ciao e auguri

    Marco

    ti ringrazio e auguri anche a te.

    #15075

    Anonimo

    Ciao! Fatta con un cliente nei giorni scorsi. Bel marcione apuanico in ambiente spettacolare. Noi abbiamo seguito la variante diretta iniziale (molto friabile, richiede molta attenzione) dove abbiamo trovato qualche sosta attrezzata abbastanza buona (anche uno spit) e i resti di un incidente (penso quello di cui si parla in altro topic). Ho recuperato un po’ di materiale (friend ecc.) forse ancora buono (gli do una risistemata). Il proprietario, se legge, mi contatti!
    Baci, cris

    #15078
    alberto
    alberto
    Partecipante

    cristiano scritto:

    Ciao! Fatta con un cliente nei giorni scorsi. Bel marcione apuanico in ambiente spettacolare. Noi abbiamo seguito la variante diretta iniziale (molto friabile, richiede molta attenzione) dove abbiamo trovato qualche sosta attrezzata abbastanza buona (anche uno spit) e i resti di un incidente (penso quello di cui si parla in altro topic). Ho recuperato un po’ di materiale (friend ecc.) forse ancora buono (gli do una risistemata). Il proprietario, se legge, mi contatti!
    Baci, cris

    ciao Cristiano, complimenti per la ripetizione. ;)

    Come dici bene te l’ambiente dell’Altissimo ? veramente spettacolare e nonostante la qualit? scadente della roccia ne vale veramente la pena. Naturalmente con l’opportuna prudenza.
    Complimenti anche al tuo cliente!!

    Spero presto di tornare per la Benincasi di destra.

    Sicuramente nella seconda parte avrai seguito pi? o meno il nostro percorso, sei d’accordo con la descrizione e le difficolt? che abbiamo relazionato?

    #15079

    Anonimo

    bonatti scritto:

    cristiano scritto:
    [quote]Ciao! Fatta con un cliente nei giorni scorsi. Bel marcione apuanico in ambiente spettacolare. Noi abbiamo seguito la variante diretta iniziale (molto friabile, richiede molta attenzione) dove abbiamo trovato qualche sosta attrezzata abbastanza buona (anche uno spit) e i resti di un incidente (penso quello di cui si parla in altro topic). Ho recuperato un po’ di materiale (friend ecc.) forse ancora buono (gli do una risistemata). Il proprietario, se legge, mi contatti!
    Baci, cris

    ciao Cristiano, complimenti per la ripetizione. ;)

    Come dici bene te l’ambiente dell’Altissimo ? veramente spettacolare e nonostante la qualit? scadente della roccia ne vale veramente la pena. Naturalmente con l’opportuna prudenza.
    Complimenti anche al tuo cliente!!

    Spero presto di tornare per la Benincasi di destra.

    Sicuramente nella seconda parte avrai seguito pi? o meno il nostro percorso, sei d’accordo con la descrizione e le difficolt? che abbiamo relazionato?[/quote]

    Ciao!!! Grazie (anche a nome del mio cliente). Per la seconda parte avevo letto la tua relazione presa qui sul forum e mi ? sembrata ottima. Rispetto a voi, nel tiro precedente a quello chiave, dal chiodo di sosta (angolare mezzo fuori) abbiamo salito direttamente la placchetta perch? la roccia era bella e, anche dopo, dal vecchio chiodo, abbiamo proseguito nel diedro senza uscire a dx quindi alla fine ? risultato questo il tiro pi? duro. Qui la via merita ma la parte inferiore, specie il tiro che arriva direttamente alla sosta col chiodo, ? da mani nei capelli… Il pilastro a dx (di Leandro) sembra meglio…
    Salutoni!!! cris

    #15082

    Anonimo

    Ciao Cristiano, leggo con piacere della vostra ripetizione… io ero in cordata con Diego il 12 settembre 2010 quando il crollo di un blocco mi butt? gi?.
    Tra il materiale perso quello che a cui tenevo molto era un bel martello-piccozza. Dovresti anche aver visto la corda.
    Come ti posso contattare?

    #15088

    Marco Lapi
    Partecipante

    Ah, Bonatti, nei giorni scorsi ho consegnato ad Angelo Nerli la tua relazione. Attendo una risposta, poi ti faccio sapere! :)

    Macro

    #15090

    Anonimo

    Anto68 scritto:

    Ciao Cristiano, leggo con piacere della vostra ripetizione… io ero in cordata con Diego il 12 settembre 2010 quando il crollo di un blocco mi butt? gi?.
    Tra il materiale perso quello che a cui tenevo molto era un bel martello-piccozza. Dovresti anche aver visto la corda.
    Come ti posso contattare?

    Ciao!! Certo: ho visto la corda che ? rimasta saldamente ancorata su uno spuntone/scaglia che, presumo, sia quello che ha tenuto il volo. L’ho lasciata l? perch? era complicato rimuoverla. Mi spiace non ho visto il martello, ma ho invece recuperato il resto del materiale (tranne il rinvio sul primo arbusto che ? rimasto l?): due friend kong forse recuperabili e un BD rotto pi? moschettoni vari. Il mio cell. ? 347 2425732 e la mail ? cristiano@versanteovest.com. Salutoni!!! cris

    PS ho messo qualche foto sulla pagina FB di Versanteovest

    #15092

    Anonimo

    Grazie, molto gentile da parte tua, Per la corda facemmo diversi tentativi, invani.Il martello sicuramente ? sceso molto, molto in basso. Sono tornato su in due occasioni scrutando dal basso, dove passa il sentiero delle cave ma niente.Va b?, del resto come si dice….non si pu? avere tutto dalla vita :-)
    Ciao mi far? vivo appena riesco.

    #15096

    Anonimo

    Anto68 scritto:

    Grazie, molto gentile da parte tua, Per la corda facemmo diversi tentativi, invani.Il martello sicuramente ? sceso molto, molto in basso. Sono tornato su in due occasioni scrutando dal basso, dove passa il sentiero delle cave ma niente.Va b?, del resto come si dice….non si pu? avere tutto dalla vita :-)
    Ciao mi far? vivo appena riesco.

    Quando vuoi! Salutoni!!!
    cri

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 47 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.