• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 24 Set 2018
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Parole chiave
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: Via ghiaccio ad ogni costo

Via ghiaccio ad ogni costo 13/03/2017 23:25 #27347

  • morefire
  • Avatar di morefire
  • Offline
  • Escursionista
  • Messaggi: 22
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Il racconto, foto e testo, della prima ripetizione della via "Ghiaccio a ogni costo":
http://www.alpinistidellambrusco.org/2017/03/il-grande-giorno-delle-linee-magiche.html
_____________________________
www.alpinistidellambrusco.org
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 14/03/2017 10:43 #27348

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1325
  • Ringraziamenti ricevuti 16
  • Karma: 5
Complimenti Marco! sono contento che la prima ripetizione sia stata vostra; come "padroni di casa" della zona ve la meritavate proprio e siete stati anche ripagati da bellissime condizioni; sinceramente pensavamo che ormai per una ripetizione se ne parlasse l'anno prossimo o peggio ancora che sarebbe finita buttata lì visto che trovarla ben formata è abbastanza raro e invece avete saputo cogliere l'attimo perfetto! ancora bravi!
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 17/03/2017 10:08 #27351

  • puppasedani
  • Avatar di puppasedani
  • Offline
  • Climber
  • Messaggi: 158
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 7
nelle foto da lontano sembra addirittura l'Ipercouloir !!! :)
...poi in velle da vicino si capisce invece che e' la via dell'orto (nel senso del fango!) ;)

scherzi a parte...bravi!
ora si vole vedere qualche bella foto alpina!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 17/03/2017 10:13 #27352

  • puppasedani
  • Avatar di puppasedani
  • Offline
  • Climber
  • Messaggi: 158
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 7
alebiffi86 ha scritto:

comunque in effetti per la gradazione cercherò in futuro di usare scale più specifiche; la scala del misto però non sò proprio come funziona..cioè non sarei in grado salendo un tiro di dire se sia M3,4 ecc..

i gradi su ghiaccio e misto...
discorso di una noia spossante (ma alle volte aiuta a capire che si e' fatto...e cosa si puo' tentare...)
per cui saro' degno del discorso...e quindi noiosissimo!

come dice Alberto la cosa migliore e' far salite, tante, e poi confrontarle.
avendo bene in mente che vicini al proprio limite le cose sembran tre volte piu' dure...

per i gradi su ghiaccio trovi le definizioni ovunque. son pendenza, continuita' e qualita' a dare il grado
per il misto le cose son meno chiare. ecco qualche ``spunto'' sui i gradi M:

- l'M5 e' come un V+ in scarponi (che non vuol dire che lo stesso tiro d'estate e' V+...ma che la sensazione/fatica nel farlo e' come quella di fare un V+ in scarponi d'estate). piu' o meno corrisponde al vecchio TD su misto.

- l'M6 e' come un VI+/VII...in falesia lo fan tutti, ma su roccia cosi' cosi', mica tanto protetto, magari su di una grande parete e con lo zainone...non c'e' poi la fila. e' circa il vecchio ED su misto

- l' M7 e' come un VIII d'estate...e via andare...

tieni presente che la vecchia scala dava adito a un sacco di confusione.
per le salite tecniche il grado veniva dato dal tiro piu' duro, indipendentemente dal fatto che fosse la nord delle droites o una cascata in valle.
bisogna poi aggiungere che nel tempo le salite si sono svalutate parecchio, soprattutto su ghiaccio, grazie ai progressi tecnici (gli omini che stanno ``tra il casco e i ramponi'' son cambiati molto meno...).
l'esempio piu' lampante e' la classica Ginat alle droites (che, per metter le mani avanti...non ho fatto! :) ;) ...ho fatto tutte vell'artre!!! :evil: ;) )
non metto in dubbio che con gli chacal fosse ED-...e che il pendiazzo centrale facesse una paura boia in caso di ritirata.
ora, con le quark in mano e i ramponi rigidi, e' giustamente considerata TD...
inoltre il temuto pendiazzo ora, se devi, lo scendi su abalakov.

`nzomma...secondo me l'unico modo per capirci qualcosa e' farne tante, e in luoghi (tradizioni) diversi.
anche se alla fine la scala piu' chiara rimane quella del Bursi:
- salgo
- scendo

ciao!
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Via ghiaccio ad ogni costo 18/03/2017 12:47 #27353

  • alebiffi86
  • Avatar di alebiffi86
  • Offline
  • Alpinista estremo
  • Messaggi: 1325
  • Ringraziamenti ricevuti 16
  • Karma: 5
Grazie per le informazioni; adesso ho qualche elemento in più per poter valutare.
comunque visto che l'argomento è molto utile ed interessante per molti a breve apro un topic dedicato e proseguiamo il discorso; ci sono ancora molte cose che vorrei sapere, ad esempio come si grada nel dry tooling puro e perchè (domanda assolutamente non polemica ma conoscitiva) in ghiaccio salato la scala M non l'avete utilizzata; poi c'è un altra categoria di vie (le famose "snowed up" di cui è pieno il Ben Nevis) che sembrano un po' a metà strada tra misto classico e dry e anche qui vorrei capire come vengono valutate; grazie
Per quante vittorie possa ottenere in montagna non potrò mai vincere la montagna,è sempre lei che mi lascia vincere.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.111 secondi

Sostieni AlpiApuane.com

AlpiApuane.com è un portale che si avvale della collaborazione di volontari ed appassionati; non beneficia di contributi pubblici di nessun genere e viene gestito ed aggiornato esclusivamente con risorse private.